App di messaggistica in Italia. WhatsApp domina, ma la sorpresa è Telegram

Se in passato l’alternativa alle chiamate vocali erano gli SMS da cellulare, le cose negli ultimi anni sono cambiate radicalmente e l’avvento di social network e applicazioni di messaggistica hanno reso ancora più semplice comunicare con amici e familiari interagendo non più attraverso il testo, ma anche emoji, immagini, video e molto altro, il tutto in maniera del tutto gratuita affidandosi a piattaforme che funzionano attraverso le reti internet, rendendo ancora più semplice restare in contatto con le altre persone, e a dimostrazione dell’enorme popolarità di questi strumenti ci sono i numeri in costante crescita che mostrano il numero impressionante di persone che a livello globale usano queste app per comunicare.
Anche in Italia queste app continuano ad ottenere un enorme diffusione che genera numeri importanti, anche grazie alla sempre maggiore diffusione degli smartphone sul nostro territorio. Ed è qui che si rivelano molto interessanti i numeri condivisi da Vincenzo Cosenza, esperto di social media, che anche quest’anno ha pubblicato il suo report aggiornato al 2017, che evidenzia la popolarità delle app di messaggistica nel nostro paese, confermando numeri che vedono ancora una volta WhatsApp dominare il mercato, ma con qualche sorpresa  decisamente interessante, a partire da Telegram Messenger, la cui diffusione in Italia è cresciuta esponenzialmente solo nell’ultimo anno.
I dati condivisi da Vincenzo Cosenza sull’utilizzo delle app di messaggistica in Italia, vedono WhatsApp dominare  sulla concorrenza. Utilizzata da 22 milioni di italiani (nel mondo gli utenti sono 1.2 miliardi) con una crescita del 19% dettata proprio dalla semplicità d’uso che richiede solo l’iscrizione e il collegamento al numero di telefono che rende ancora più semplice aggiungere i contatti. In media è di 11 ore e 30 minuti il tempo trascorso ogni mese dagli utenti ad utilizzare l’app, e gli utenti della fascia d’età 15-24 anni sono quelli che la usano di più.
La seconda app più usata è invece Facebook Messenger, cresciuta del 25% a 8 milioni di utenti (1.2 miliardi nel mondo) viene maggiormente usato dagli utenti con età compresa tra 25 e 44 anni e soprattutto per conversazioni veloci, come dimostra il fatto che il tempo medio speso da ogni utente in un mese è di appena 1 ora. 8 milioni sono invece gli italiani che usano Skype, 16% in meno rispetto allo scorso anno, e anche in questo caso l’utilizzo mensile per ogni utente è in media di 1 ora. La reale sorpresa di questa classifica è Telegram Messenger che si piazza al quarto posto con una crescita del 150% in un anno.
Sono 3.5 milioni gli italiani che usano Telegram per comunicare, per circa 2 ore e mezza a persona, e la sua crescita nel nostro paese, soprattutto nella fascia d’età 25-44 anni deriva dalle funzioni legate alla segretezza,
essendo Telegram uno dei primi software che ha implementato la crittografia delle conversazioni, ma anche l’integrazione dei BOT.
La classifica si chiude con Viber utilizzata da 1 milione di italiani, in calo del 40%, con una media di utilizzo di 1 ora e 50 minuti al mese, seguita da WeChat preferita da 280.000 italiani che la usano per 6 ore al mese e Windows Live Messenger usata da 150.000 italiani per appena 5 minuti al mese.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: