Forza Eva (SF15-T), Forza Ferrari!!!!

28.03.2015 - Free Practice 3, Sebastian Vettel (GER) Scuderia Ferrari SF15-T

Sebastian Vettel conquista la sua prima vittoria con la sua Eva. La SF15-T così chiamata dal Campione Tedesco. Ferrari-Vettel sembra essere un buon binomio. Un Matrimonio, che pare avere delle buoni basi per durare e portare buoni frutti. Ci fa piacere associarlo, tornando indietro di qualche anno, a quegli anni magici del grande Schumy e alle inarrestabili vetture gestite a quell’epoca da Todt-Brawn-Montezemolo. Oggi è tutto cambiato. Nell’epoca di Marchionne c’è stata una rivoluzione di tutto il Mondo dell’automobile Italiana. La Fiat/Alfa Romeo/Lancia fusa con Chrysler nel nuovo gruppo FCA. La mentalità produttiva, la qualità e l’innovazione hanno già portato  risultati veri e tangibili per l’auto italiana che sembrava destinata al tramonto. Ora Marchionne è arrivato in Ferrari. In pochi mesi ha stravolto e spodestato gente che ha fatto la storia, ma che non era forse più assetata di vittorie. Ha portato nuova linfa, investendo molto sulle persone in tutti i comparti. La presentazione della nuova classe dirigente, dei nuovi ingegneri e assistenti di pista, dei nuovi uomini era stata fatta sottotono. I risultati quest’anno, era stato preannunciato, non ci sarebbero stati. La vettura 2015 di James Allison era di transizione ereditando troppe lacune della precedente auto. I nuovi tecnici e motoristi, non avevano potuto far miracoli sulla “power Unit”, ne sul propulsore troppo assetato. La vettura 2014 consumava anche troppo le gomme… Chiacchiere. Tattica. La Ferrari C’è. Il motore lotta, quasi allo stesso livello Mercedes. La tenuta e i freni sono anzi migliori e la casa Modenese detiene ancora parecchi dei cosiddetti Gettoni di sviluppo.

Oggi abbiamo assistito a qualcosa di più di una bella gara di Sebastian Vettel. A dire il vero entrambe le vetture, anche Grande è stato Raikkonen, che non si è risparmiato, inanellando giri e sorpassi, come non se ne vedeva dai tempi del Mondiale in Rosso e nella penultima stagione in Renault.

C’è stato un gran bel segnale da tutta la squadra, da tutta la gestione Muretto. Maurizio Arrivabene è un duro e vuole senz’altro un solo risultato Vincere. Oggi la Tattica è stata perfetta e così tempi e gli uomini del cambio gomme. Vincere oggi però non basta. Ora bisognerà sviluppare, diventare costanti e affidabili. Arrivabene questo lo sa e infatti incita e comanda: “piedi a terra e lavorare a testa bassa” . Non è uno  tenero, ma è quello che serve ora ad una squadra che deve ritrovare compattezza e fiducia in ogni comparto. Gli uomini ci sono, ci sono sempre stati. Ora hanno la possibilità di mostrare il loro valore. Giovani, e Esperti insieme per Vincere.

gp-malesia-f1-2015-gara-1

La gara di Sepang verrà ricordata come la prima vittoria di Seb in Ferrari, ma dovrà necessariamente – speriamo – essere ricordata come l’inizio del ritrovato orgoglio della Squadra più importante al Mondo per le gare automobilistiche. La Ferrari lo deve a se stessa, ai tifosi… (e ai conti che a Marchionne devono tornare. Più vittorie, più vendite. Più vendite, nuovi e maggiori investimenti, nuove vittorie, maggiore prestigio, più mercati e ancora più vendite. Così funzionano le cose per il Manager, che sa come far tornare i conti e raggiunge i risultati, senza guardare in faccia nessuno). A noi oggi basta vedere la Rossa sul Gradino più alto (mancava da Barcellona 2013, quando Fernando Alonso centrò l’ultimo successo per il Cavallino). Ci basta vedere un quattro volte Campione del Mondo felice come un bambino. I suoi occhi sinceri, sempre semplici e naturalmente spontanei ci hanno davvero rallegrato.

La gara ha vissuto il suo primo sussulto con la foratura del pneumatico di Raikkonen, che ha dovuto percorrere l’intero giro della pista su tre ruote e scivolare agli ultimi posti. Kimi  ha praticamente dovuto recuperare dalla diciottesima posizione (e questo la dice lunga sul potenziale della macchina) fino ad arrivare alle spalle della seconda Mercedes di Rosberg. Una gara stupenda la sua, una guida pulita senza esitazioni. Ha infilato progressivamente ed inesorabilmente le altre vetture fino ai margini del podio. Un lavoro fantastico, non appannato certo dalla vittoria di Vettel, ma che anzi esalta ancor più, se ce ne fosse bisogno, le doti di un grande pilota. Vettel dal canto suo, ha lottato sin da subito con Rosberg, che voleva riagguantare il secondo posto dopo la partenza, ma la calma e la fermezza l’hanno sicuramente aiutato. La strategia box, la pulizia della guida, la vettura equilibrata ne hanno mantenuto costante l’usura degli pneumatici. Vettel ha potuto spingere quando serviva e risparmiare l’auto. Raikkonen non è stato così fortunato nel poter conservare le gomme e ne ha pagato le conseguenze con Rosberg.

Gli Altri: Il grande Fernando Alonso è tornato e di questo ne siamo felici. La Honda sta proseguendo il suo sviluppo. Ci vorrà ancora del tempo, ma poi ne vedremo delle belle. Per ora però sia Alonso che Button amaramente si sono dovuti arrendere ai guai della vettura. La Red Bull, pare l’ombra dell’auto che fu, prendendole anche dalla Toro Rosso (che sta per esser ceduta a breve alla Renault che sembra voler tornare direttamente alle corse). La Williams, pur arrivando con Bottas e Massa subito dietro Ferrari e Mercedes oggi hanno fatto la loro gara. Costanti, ma senza sussulti. Mancano molte vetture di un tempo, però ci sono molti giovani arrembanti  che si vogliono mettere in mostra. In sicurezza e con buone teste ciò non potrà che far bene a uno sport che unisce tecnologia, agonismo, doti fisiche e adrenalina pura.

Intanto oggi Eva ha fatto il suo dovere… e ne siamo tutti contenti.

Forza Ragazzi

Un pensiero, forse banale, forse retorico e necessario, aldilà dei drammi che rendono tutti partecipi, ora spettatori, ora protagonisti, delle comuni e singole vite, è doveroso, per  un grande personaggio di questo mondo, che oggi avrebbe sicuramente gioito del risultato di quella che è stata la  sua squadra, e per  colui che conosceva e da sempre aveva indicato quale  naturale designato alla Rossa. Oggi Seb lo ha ricordato, come noi lo ricorderemo per sempre.

2015-02-22 12.43.18

 

 

 

 

Gp. Australia: 1 Hamilton; 2 Rosberg; 3 Vettel

Gp. Malesia: 1 Vettel; 2 Hamilton; 3 Rosberg

Prossima gara 12 Aprile, Gran premio Cina

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: