EURO 2020: le emozioni e i colpi di scena degli Ottavi di Finale

Da sempre il calcio ci ha abituato a farci sorprese, dimostrando che non sempre vince chi è più forte o chi ha più esperienza. Questo è quanto sta accadendo durante gli Europei, che vedono la nostra Italia ancora in corsa per il titolo e che questo venerdì dovrà vedersela con il Belgio.

Ad aprire gli ottavi di finale, lo scorso sabato, sono stati proprio gli azzurri contro l’Austria e la sfida tra Galles e Danimarca. Quest’ultima, disputatasi alle 18, ha visto la compagine danese schiacciare i britannici per 4-0, dimostrando che le incertezze delle prime due giornate erano solamente un caso. La squadra di Eriksen ha dimostrato di avere coraggio e qualità, tanto da ribaltare le sorti del suo girone e accedere poi ai quarti di finale, realizzando otto reti in sole due partite. I danesi sono ormai lanciati e se continuano su quest’onda potranno certamente raggiungere le semifinali. Infatti ai quarti affronteranno la rognosa ma abbordabile Repubblica Ceca, galvanizzata dai gol di Patrick Schick, a quota quattro in questo torneo. Il team ceco, allenato da Jaroslav Silhavy, è riuscito nell’impresa di eliminare l’Olanda che aveva dominato il suo girone vincendo tutte e tre le partite. Nella stessa parte del tabellone, un’altra sorpresa di questo torneo, l’Ucraina di Shevchenko, è riuscita ad approdare, per la prima volta nella sua storia, ai quarti di finale di questa competizione. Dopo aver sofferto durante la fase a gironi, gli ucraini sono riusciti a superare la Svezia (2-1), grazie alle reti di Zinchenko e Dovbyk, il quale ha segnato allo scadere dei tempi supplementari regalando una gioia immensa al suo popolo. Nel prossimo turno dovranno vedersela con la nazionale inglese, la quale grazie alla coppia Sterling-Kane, ha sconfitto la Germania e può ora ben sperare di raggiungere la finale avendo, “teoricamente”, un calendario agevole. La nazionale di Southgate, può contare sul fatto che semifinali e finale si giocheranno a Londra, a Wembley e potrà così sfruttare l’apporto dei suoi tifosi. 

Le sorprese non si fermano qui. Nella parte opposta del tabellone, quella dell’Italia per intenderci, il Belgio ha sconfitto il Portogallo per 1-0, grazie alla rete di Thorgan Hazard, fratello di Eden, il quale è in dubbio nella sfida dei quarti contro l’Italia, così come lo è De Bruyne, anche se il ct del Belgio, Martinez, si è dichiarato ottimista sulle loro condizioni. L’assenza di questi due giocatori potrebbe pesare molto sul match contro gli azzurri, i quali, con la vittoria contro l’Austria stanno battendo tutti i record. Un match, quest’ultimo, tirato e teso per tutti i 90 minuti, nonostante i 27 tiri degli azzurri. 0-0 e si va ai supplementari. Le non eccellenti prove di Immobile e Berardi sono state compensante dall’ingresso in campo di Chiesa e Belotti, i quali hanno dato una carica pazzesca a tutta la squadra. Ed è proprio il giocatore juventino a portare in vantaggio la nazionale al 95′, su assist dell’immancabile Spinazzola. Una volta in vantaggio, la squadra di Mancini ha in pugno la partita e raddoppia con Pessina dieci minuti dopo, garantendo maggiore sicurezza per il passaggio del turno. La rete allo scadere di Kalajdzic, servirà solamente per infrangere il record di imbattibilità tra i pali di Donnarumma, ma nulla può contro la vittoria dell’Italia. Questo venerdì appuntamento alle 21 per la super sfida con il Belgio, il primo vero test contro una tra le più forti nazionali. La sorpresa più grande di questo turno non è però ancora stata menzionata: Francia-Svizzera. La nazionale di Deschamps, data favorita da tutti, doveva vedersela con la Svizzera, passata ai gironi grazie alla vittoria con la Turchia, ma sconfitta dall’Italia per 3-0. Il match con la Francia sarebbe dovuto essere un suicidio, vedendo il valore delle due rose. Ma il bello del calcio è che non sempre l’ha vinta il più forte e infatti così è stato. Un match al cardiopalma, inaugurato con la rete svizzera di Seferovic, eroe di giornata, e poi ribaltata dalla doppietta di Benzema e lo splendido gol di Pogba. La squadra di Petkovic però non molla e nonostante l’errore dal dischetto di Rodriguez, accorcia le distanze all’81’ sempre con Seferovic e trova incredibilmente il 3-3 al 90′ grazie a Gavranovic. I supplementari non vedono nessuna delle due compagini dominare e sono tutto sommato equilibrati. Si va dunque ai calci di rigore. Pogba, Giroud, Kimpembe e Thuram segnano per la Francia, mentre Gavranovic, Schar, Akanji, Vargas e Mehmedi per gli svizzeri. 5-4 per gli elvetici e ultimo rigore per la Francia, batte Mbappè. La stella della nazionale tricolore si fa però neutralizzare il tiro dall’eroe Sommer, che viene sommerso dai suoi compagni e regala una storica qualificazione agli svizzeri, che accedono per la prima volta ai quarti, nei quali sfideranno la Spagna. Questa, ha superato per 5-3 la Croazia, al termine di un altro match pieno di emozioni. Nonostante il dominio spagnolo, durante quais tutto il match, la nazionale croata ribalta il risultato facendo terminare l’incontro, ancora una volta per 3-3. Ai supplementari paga però gli sforzi dei tempi regolamentari e non riesce a reagire alle reti di Morata e Oyarzabal.

Riepilogo quarti di finale: Italia-Belgio vs Spagna-Svizzera; Inghilterra-Ucraina vs Danimarca-Repubblica Ceca

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: