fbpx

Champions League: Ancelotti conquista la finale

 

Si è giocata ieri sera la semifinale di ritorno della Champions League 2021/2022 che avrebbe decretato chi affronterà in finale il Liverpool vincente pochi giorni fa sul campo del Villareal. Il match vedeva scontrarsi il Real Madrid di Carlo Ancelotti e il Manchester city di Pep Guardiola, due tra le squadre più entusiasmanti e forti del panorama europeo. L’andata non aveva deluso le aspettative e si era conclusa con un roboante 4 a 3 per i padroni di casa, i Citizens. Molti si aspettavano dunque un passaggio del turno da parte degli inglesi visto anche il gol segnato nei primi munti da parte di Riyad Mahrez, esterno del City. La resilienza del Real però è stata ancora una volta sottovalutata, la squadra di Madrid infatti è riuscita nel finale a segnare due gol consecutivi grazie al giovane Rodrygo che ha rimesso il risultato in parità proprio allo scadere dei 90 minuti di gioco. Nei tempi supplementari poi ci ha pensato, tanto per cambiare,  Karim Benzema a chiudere il discorso con un rigore e a mandare i suoi a giocarsi la finale.

Grandissima soddisfazione per l’allenatore emiliano Carlo Ancelotti tornato quest’anno sulla panchina dei ‘Blancos’ dopo qualche annata non all’altezza dei suoi standard in particolare all’Everton, in Inghilterra. Ancelotti dopo aver vinto qualche settimana fa il campionato spagnolo è diventato il primo allenatore nella storia a vincere tutti e 5 i campionati più competitivi europei: quello italiano con il Milan nel lontano 2004, quello inglese con il Chelsea nel 2010, quello francese con il PSG nel 2013, tedesco con il Bayern Monaco nel 2017 e infine questo con il Real Madrid. Come se non bastasse grazie alla vittoria di ieri Carletto sarà anche il primo allenatore nella storia ad aver mai raggiunto e giocato per 5 volte la finale della Coppa dalle grandi orecchie. Qualora vincesse la finale che si terra A Parigi il real conquisterebbe la sua 14esima Coppa dei Campioni.

Dall’altra parte cocente delusione per Pep Guardiola, il suo staff e i suoi giocatori. Dopo essere stati in testa per gran parte del turno si sono fatti rimontare all’ultimo. I malumori crescono in casa City dopo che per l’ennesima volta e dopo miliardi di dollari investiti il grande obiettivo è andato ancora una volta in fumo. L’anno scorso la sconfitta in finale aveva fatto un gran male al cuore dei tifosi Blues e vedremo se gli eventi di ieri sera costeranno il posto all’allenatore spagnolo.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: