La Barre: il nuovo allenamento inspirato alla danza classica

Barre

Nell’allenamento del balletto, la “barre” rappresenta il riscaldamento effettuato dai ballerini prima di iniziare gli esercizi di tecnica vera e propria. Gli allenamenti stile Barre prendono quei classici esercizi di riscaldamento del balletto e li reimmaginano per un pubblico molto più ampio.

La storia dell Barre

barre

Anche se può sembrare un fenomeno recente, la forza della sbarra e l’allenamento della flessibilità sono in voga sin dai tempi di Luigi XVI, afferma Ginny Wilmerding, professoressa di ricerca presso l’Università del New Mexico. La versione moderna è principalmente un allenamento per le gambe; dalle caviglie e dai polpacci fino alle ginocchia, ai fianchi e ai glutei, i movimenti della sbarra migliorano la gamma di movimento, la forza e la flessibilità nella metà inferiore forzando una delle tue gambe a eseguire movimenti aggraziati e precisi mentre la parte superiore del corpo ti sostiene e ti stabilizza.

L’allenamento

barre

Lo slogan utilizzato per promuovere questo nuovo allenamento è che se vuoi il corpo di un ballerino, devi allenarti come un ballerino. “Voglio dire, chi non vuole sembrare una prima ballerina?” Dice Michele Olson, un professore di fisiologia fisica presso la Auburn University di Montgomery. “Stai parlando di un tono muscolare piacevole, magro e una postura perfetta.

Ma proprio come giocare a football non ti farà sembrare un linebacker, l’allenamento à la barre è più probabile che ti aiuti a raggiungere la resistenza e l’equilibrio muscolare di una ballerina rispetto alla sua forma corporea.

Quelli sono beni preziosi che non vengono con ogni allenamento. A differenza della forza muscolare, la resistenza determina la capacità del tuo muscolo di lavorare per lunghi periodi di tempo. (La forza può consentire di sollevare un peso, ma la resistenza muscolare impone quante volte è possibile sollevarlo). La Barre è anche efficace nel mirare i muscoli “di supporto” che corrono vicino alle ossa e si legano al centro e alla spina dorsale, ovvero quei muscoli che la maggior parte di noi trascura quando passiamo molto tempo seduti o impegnati in attività come la corsa, dice Olson. “Il vero equilibrio a 360 gradi coinvolge molti di questi muscoli da lato a lato, molti di noi non li usano molto e quindi diventano deboli“, dice.

I vantaggi e i rischi dell’allenamento Barre

barre

Essendo la Barre un allenamento che utilizza un “appiglio” essa diventa una forma relativamente sicura di esercizio. Soprattutto per le persone anziane a rischio di cadute, la sbarra può essere un buon modo per migliorare la stabilità ed evitare incidenti.

Ma l’allenamento non è privo di rischi, soprattutto per la schiena e le ginocchia. Un esempio: “Alle ballerine viene insegnato a piegare il bacino in modo che la parte bassa della schiena che normalmente curva verso l’interno perde la sua curva e sembra dritta“, dice Olson. Mentre i ballerini fanno questo per la loro arte, piegare il bacino può portare a mal di schiena e lesioni a coloro che sono meno allenati.

barre

La maggior parte delle classi di Barre ha abbandonato quel tipo di postura rigida, ma Olson afferma che alcune classi includono ancora piegamenti del ginocchio estremi che possono aumentare il rischio di una persona per un infortunio al ginocchio. Soprattutto se decidi di andare a correre subito dopo la tua lezione di barre, la quantità “eccessiva” di pressione che alcuni movimenti di barre posizionati sulle ginocchia potrebbe portare a distorsioni o stiramenti.

Ci sono alcune cose che i ballerini fanno che gli altri non hanno bisogno di fare“, dice Wilmerding, che consiglia di prendere l’allenamento lentamente e di concentrarsi sulla forma, piuttosto che cercare di ottenere un intenso allenamento muscolare o cardio dalla pratica. Come il tai chi, “stai lavorando su stabilità, flessibilità e forza, ma hai questo più alto obiettivo di controllo ed estetica.”

L’allenamento Barre va unito ad un allenamento cardio

Un altro punto da tenere a mente è che anche se la lezione di barre porta un buon allenamento di base, potresti bruciare meno calorie di quanto pensi. Uno dei pochi studi pubblicati che ha esaminato le esigenze cardiovascolari e metaboliche della Barrè ha rilevato che l’attività, almeno nella sua forma tradizionale, non brucia molte calorie e ricorda più da vicino la camminata che la corsa in termini di intensità.

Come ogni forma di esercizio, penso che si abbia bisogno di una certa varietà“, dice Olson. “Fai da tre a cinque giorni a settimana se vuoi ottenere il massimo da esso, ma fai qualcosa di diverso con una componente cardiovascolare negli altri giorni“.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: