Calcio, Serie A: l’asse Torino-Milano (sponda nerazzurra) in testa alla classifica. Pareggio nel derby capitolino, torna a vincere il Milan, Fiorentina e Samp a secco

E’ Torino, in questo avvio di campionato, la città regina della Serie A: Juve e Toro sono infatti in questo momento in testa alla classifica con 6 punti, 2 vittorie su 2, al pari della nuova Inter di Antonio Conte. La Juventus ha sconfitto all’ultimo respiro il Napoli nell’anticipo di sabato sera con un’autorete al 92° minuto di Kalidou Koulibaly, proprio l’uomo che nel 2018 aveva espugnato lo Stadium sempre in zona Cesarini, ma nella porta giusta. Il tutto dopo una spettacolare rimonta da 3-0 a 3-3 da parte degli azzurri: i tre neo-arrivati Manolas, Lozano e Di Lorenzo recuperano l’iniziale vantaggio juventino firmato Danilo, Ronaldo e il grande ex (insieme al suo mentore Sarri) Gonzalo Higuain. L’Inter risponde ieri sera con una vittoria di misura in casa del Cagliari: segnano Lautaro Martinez (con deviazione di Cerri) e Lukaku su rigore, che riporta i nerazzurri in vantaggio dopo il pareggio sardo di Joao Pedro. Il Toro reagisce ancora una volta dopo la bella prova della prima giornata all’eliminazione dall’Europa League con un 2-3 nel neutro di Parma ad un avversario non facile, l’Atalanta di Gasperini. Vantaggio granata con Bonifazi, poi si portano in vantaggio i bergamaschi con una doppietta di Duvan Zapata. Solo tre minuti dopo pareggia il Torino con Berenguer e nove minuti dopo il gol che vale la vittoria di Armando Izzo, sempre più leader della difesa granata. Seguono a 4 punti la Lazio che pareggia nel derby (rete di Luis Alberto) con la Roma ferma a 2 (a segno per i giallorossi Kolarov su rigore) e si vede annullare per fuorigioco il gol vittoria allo scadere di Lazzari, il Bologna di Mihajlovic che invece allo scadere sconfigge la Spal grazie alla rete di Soriano, l’Hellas Verona che vince a Lecce nella sfida tra neopromosse con un gol all’ 81° minuto di Pessina e il Genoa che si conferma una delle sorprese di questo inizio stagione: dopo il 3-3 all’Olimpico, i rossoblù fermano la Fiorentina per 2-1. A segno l’ex milanista Zapata e un Kouamé già al secondo gol in questa Serie A, mentre il gol della bandiera viola è un rigore (il secondo consecutivo) segnato da Erick Pulgar. Tolta la Lazio, tutte le squadre menzionate hanno lasciato le loro avversarie in ultima posizione a zero punti insieme al Cagliari.

A secco anche la Samp di Di Francesco, travolta dalla squadra che lo ha lanciato (il Sassuolo) per 4-1 con sugli scudi il suo pupillo Berardi, autore di una tripletta. In gol anche Traoré e, per i doriani, Quagliarella su calcio di rigore. Nell’anticipo del sabato delle 18, il Milan vince al debutto casalingo del nuovo allenatore Giampaolo contro il Brescia e guadagna i suoi primi 3 punti: decisivo il gol di Calhanoglu. Infine, va a 3 punti anche il Parma che vince a Udine per 3-1 (friulani in vantaggio con Lasagna, poi il pari di Gervinho che dà il là alla rimonta nel secondo tempo con Gagliolo e Inglese).

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: