Si chiama Interstizio ed è il nuovo organo scoperto nel corpo umano #interstizio

Se su alcune cose pensiamo di avere delle certezze è il momento buono che queste vengano messe in crisi. Così anche l’anatomia non ha confini e ora bisognerà aggiornare i suoi manuali. Questo a seguito della scoperta di un nuovo organo che fino ad oggi veniva scambiato e qualificato genericamente come tessuto connettivo, chiamato “interstizio” e si trova diffuso in tutto l’organismo, sotto la pelle e nei tessuti che rivestono l’apparato digerente, i polmoni, i vasi sanguigni e i muscoli. Costituito da diverse cavità piene di liquido, collagene ed elastica, è un vero e proprio ammortizzatore. La sua scoperta può opra spiegare la diffusione di diversi tipi di tumore, come anche dell’invecchiamento della pelle e le malattie infiammatorie degenerative. Potrebbe anche spiegare il funzionamento dell’agopuntura.

Da sempre veniva riconosciuto semplicemente come tessuto connettivo. Inoltre, analizzato al microscopio, veniva considerato erroneamente come denso e compatto. Grazie però ad un nuovo sistema laser, che permette di osservare i tessuti vivi dentro il corpo, si è vista la sua vera natura. La speranza è quella di utilizzare il fluido interstiziale come potente strumento diagnostico. Per quanto riguarda i tumori, si spiegherebbe come mai quelli che invadono l’interstizio si diffondano in modo più veloce.

Per quanto riguarda l’invecchiamento, le cellule che vivono in questi spazi così come anche le fibre di collagene che li sostengono mutano man mano che gli anni passano e quindi potrebbero contribuire alla formazione delle rughe, all’irrigidimento delle articolazioni e alla progressione delle malattie infiammatorie legate a fenomeni di sclerosi e fibrosi.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: