Mark Zuckerberg e la moglie investono 3 miliardi di dollari per curare tutte le malattie

chan_zuckerberg_iniziative

Quando nel 2004 Facebook ha fatto il suo debutto ufficiale online, nessuno si sarebbe potuto aspettare che questa piattaforma, nell’arco di poco più di un decennio, sarebbe diventato il social network più popolato al mondo con oltre 1.7 miliardi di persone che vi accede ogni mese, dando vita ad una multinazionale che, sotto la guida del suo co-fondatore e Amministratore delegato, Mark Zuckerberg, avrebbe esteso i suoi interessi a molti altri settori legati alla tecnologia, con obiettivi decisamente ambiziosi ma di certo non irraggiungibili.

Quasi in concomitanza con la nascita della figlia Max, l’anno scorso Mark Zuckerberg e la moglie, Priscilla Chan, hanno creato la Chan Zuckerberg Initiative, una sorta di fondo nato con l’obiettivo di investire importanti risorse nella beneficenza, per migliorare la vita di milioni di persone nel mondo, e adesso, tra i progetti ambiziosi seguiti dal fondo, rientra anche quello di curare tutte le malattie partendo da un investimento di 3 miliardi di dollari nei prossimi 10 anni.

L’annuncio è arrivato nel corso di una conferenza organizzata appositamente a San Francisco tenuta proprio da Mark Zuckerberg e Priscilla Chan, con cui la coppia ha voluto presentare questo nuovo progetto che, come obiettivo, ha quello di trovare una cura per tutte le malattie entro la fine del secolo. Per cominciare, nei prossimi 10 anni, la Chan Zuckerberg Initiative investirà 3 miliardi di dollari, che serviranno principalmente a perseguire tre obiettivi principali. Il primo è quello di mettere insieme ingegneri e scienziati, passando poi a creare gli strumenti e le tecnologie da fornire alla comunità scientifica e, infine, fare in modo che il movimento cresca, trovando nuovi investitori.

Il primo di questi traguardi è già stato raggiunto, dal momento che sono stati coinvolti già numerosi scienziati e ingegneri che saranno coordinati da un celebre neuroscienziato e genetista, il Dr. Cori Bargmann, con un primo investimento dedicato alla nascita di BioHub, una struttura che permetterà a ricercatori ed esperti in vari settori di collaborare per creare nuovi strumenti dedicati al trattamento delle diverse malattie, iniziando già a lavorare a due progetti specifici. Il primo, Cell Atlas, servirà a studiare e conoscere i diversi tipi di cellule presenti nel corpo umano, per capire come interagiscono tra loro. Il secondo, Infectious Disease Project, servirà invece a studiare nuovi metodi con cui si potranno rilevare, trattare e prevenire malattie infettive come Ebola, HIV e Zika. Tutti i risultati ottenuti e le scoperte fatte, inoltre, verranno messe a disposizione di tutti.

Anche Bill Gates ha preso parte alla conferenza, fornendo il suo supporto a questa importante e ambiziosa iniziativa e ribadendo l’importanza di investire nella scienza per trovare nuove cure per le malattie, sottolineando inoltre come il progetto di Mark Zuckerberg e Priscilla Chan potrà ispirare una nuova generazione di filantropi che potranno fare grandi cose per il resto dell’umanità.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: