I lavori di casa allungano la vita (e la tecnologia la semplifica)

lavori di casa

Che fare attività fisica portasse benefici all’organismo era risaputo, ma quello che ancora non si sapeva è l’effetto positivo che sul corpo possono avere le faccende domestiche. Secondo una ricerca canadese, dedicarsi alle attività casalinghe può essere considerato un vero e proprio “salvavita”.

Altro che palestra! Per vivere meglio e addirittura allungare le aspettative di longevità ci si può dedicare a un’attività molto più quotidiana e pratica: le faccende domestiche. La rivelazione arriva da un maxi studio portato avanti da un’università canadese, la McMaster University, che ha analizzato dati di oltre 130 mila persone in 17 Paesi del mondo.

Muoversi fa bene. Come si legge nella ricerca, pubblicata poi sulla rivista “The Lancet”, effettuare mezz’ora di esercizio fisico ogni giorno nell’arco di 5 giorni a settimana può rivelarsi un supporto fondamentale per prevenire una morte su 12. Questo tipo di attività mette in moto un effetto salvavita che, come spiegano gli studiosi, non vale soltanto per lo sport vero e proprio o per la palestra, ma anche per i lavori di casa.

La salute passa dagli esercizi. I ricercatori canadesi hanno infatti “scoperto” che anche l’esercizio a cui si sottopongono le persone che passano l’aspirapolvere in casa o lavano i pavimenti possono contribuire a garantire la giusta dose quotidiana di movimento che serve a proteggere il cuore e guadagnare longevità, così come benefica è anche l’abitudine di andare a lavoro a piedi.

Le indicazioni dell’Oms. In dettaglio, il team della McMaster University ha calcolato che effettuare 150 minuti di esercizio fisico alla settimana riduce del 28 per cento le probabilità di morte per tutte le cause e di un quinto le patologie cardiache. Buone notizie poi per le persone ancora più attive: camminare velocemente per oltre 750 minuti a settimana abbatte addirittura del 36 per cento il pericolo di morire prematuramente. La quota di attività fisica è stata ricavata dalle indicazioni dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità che, da anni, si batte per raccomandare agli adulti di età compresa fra 18 e 64 anni di eseguire per l’appunto almeno 150 minuti di attività fisica moderata ogni settimana, nonché esercizi di rafforzamento muscolare almeno 2 giorni alla settimana.

Elisir di lunga vita. La novità dello studio canadese sta nel valutare concretamente gli effetti di questi consigli: se la popolazione mondiale seguisse i consigli dell’Oms, spiegano gli scienziati, in 7 anni si eviterebbe una quota pari all’8 per cento dei decessi globali. Come accennato, poi, non c’è bisogno di pensare esclusivamente a palestre e affini: nella ricerca c’è infatti scritto che “non è necessario correre, nuotare o sudare in palestra: vanno bene anche la strada fatta a piedi per recarsi in ufficio o i lavori domestici“.

Anche le faccende domestiche aiutano. Insomma, buone notizie per le casalinghe o i casalinghi di tutto il mondo, che quindi potranno trovare una nuova motivazione per darsi da fare nelle faccende; ed è bene sapere che anche l’utilizzo degli elettrodomestici è “contemplato” nelle attività, quando prevedono per così dire un accompagnamento da parte dell’utente. È il caso di aspirapolvere e affini, che possono essere considerati potenziali strumenti “ginnici”, oltre che affidabili compagni per rendere più semplice la cura della casa.

Una questione di risparmio. Pertanto, anziché spendere soldi per sottoscrivere un abbonamento alla palestra si potrebbe – portando all’eccesso il ragionamento – destinare questo investimento all’acquisto di qualche nuovo elettrodomestico, magari approfittando della convenienza di portali online come Giffi Market, ampliando gli “attrezzi” a disposizione con una idropulitrice professionale o con una lavapavimenti per coniugare ancora meglio attività fisica e resa in termini di pulizie e di semplicità delle operazioni.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: