L’acqua gassata fa bene o male?

Tante volte ci siamo fatti questa domanda. L’acqua Gassata può far male? Ai bambini piccoli, in genere, come anche per le bibite gassate, non dovrebbe esser data per evitare la “dipendenza” da certi prodotti, per evitare il gonfiore alla pancia.  Di fatto, non essendo una cosa “naturale”, ma anzi alterata lascia presupporre che possa non far bene. Mentre l’acqua effervescente naturale rientra tra ciò che non è artefatto dall’uomo. L’acqua addizionata con anidride carbonica, invece,  e tutte le bevande più o meno zuccherate, colorate inventate dall’uomo possono creare problemi… oppure no?

La Carbonatazione è il processo con il quale viene addizionata l’anidride carbonica alla normale acqua potabile. Questo procedimento può essere fatto anche in casa – ci sono apparecchi in vendita che  permettono di farlo autonomamente con l’acqua del rubinetto –

L’acqua gassata non è altro che acqua i cui viene disciolta anidride carbonica. Il procedimento presso le fonti d’acqua, o in fabbrica avviene alle basse temperature, che aiutano nel fissaggio e conservazione. L’acqua è poi immediatamente imbottigliata.

Molte acque in commercio hanno l’aggiunta del Bicarbonato. Ci sono diversi motivi perché ciò avviene: Per coprire l’aggiunta di ammoniaca che spesso viene addizionata. Il Bicarbonato ne copre il cattivo sapore. Ha anche altre proprietà quali regolare il pH naturale del sangue e ridurne il livello di acidità, come anche un leggero potere antisettico e antibatterico.

Con l’aggiunta di anidride Carbonica, nell’acqua, si forma anche all’interno della stessa l’acido carbonico. La sua valenza è infinitesimale, ma di fatto – a detta di taluni – può creare, nel tempo problemi. Si vive spesso in un’epoca di terrorismo mediatico…

L’acido Carbonico nell’acqua gassata è di una percentuale talmente bassa che il nostro organismo neppure lo percepisce. Si decompone  spontaneamente in diossido di carbonio e acqua (H2Co3) che viene espulso dall’organismo.

All’acidità dell’acqua gassata vengono attribuite le colpe dell’insorgere delle carie, perché sarebbe in grado di intaccare lo smalto dei denti. A volte si voleva attribuir loro responsabilità per l’insorgenza di osteoporosi. Ma la sua azione è ben inferiore a quanto possano far danno gli zuccheri. La combinazione delle due cose può essere effettivamente dannosa allo smalto ma ancor più, per l’insorgenza delle carie dentarie. Per quanto riguarda le ossa, non tanto l’acqua, quanto le solite bibite gassate, ma sopratutto zuccherate (alcune addizionate con cola – che contiene fosforo) possono avere responsabilità marginali.

Sicuramente l’acqua gassata può creare maggiori movimenti intestinali, non è che aiuti realmente alla digestione, ma lo stato che si crea in questi casi può essere utile  in caso di dispepsia. Nelle diete, invece, può aiutare a dare un (provvisorio) maggiore senso di sazietà.

Non tanto l’acqua gassata, quanto le bibite salgono sul banco degli imputati: le varie Aranciate gassate contengono acqua, una lieve percentuale di arancia (12%) e il resto composto da zuccheri, coloranti, anidride carbonica, acidificante acido citrico, aromi naturali di agrumi, stabilizzante gomma d’acacia, antiossidante acido ascorbico, acido citrico, aromi, conservante potassio sorbato. Le Cole: Queste bevande, come quelle energizzanti, oltre agli zuccheri e all’anidrite carbonica, contengono tracce di Cola, quantitativi importanti di caffeina, (non devono essere assunti in gravidanza e durante l’allattamento, ma anche andrebbero evitate sotto i 14 anni). Possono favorire l’ipertensione  e uno stato d’agitazione in genere. Anche in questo caso nelle bevande c’è un consistente apporto di zuccheri – calorie vuote e null’altro. L’idea che favorisca la digestione poi è di pura fantasia, perché al contrario il rilascio di succhi acidi, aumenta nel tempo, la capacità gastrica, e ciò aumenta la voglia di cibo. Tutto questo tende a compromettere l’assorbimento di alcune molecole a livello intestinale, soprattutto vitamine e minerali. Un bel quadro insomma, che imporrebbe di evitarle.

Insomma, per concludere, affermare che l’acqua gassata fa male non è corretto. Ci sono anzi talune occasioni, in cui l’anidride carbonica in essa disciolta, può aiutare nella digestione. E’ sicuramente una bevanda da evitare per i bambini, ma sopratutto per evitare che gli stessi, si avvicinino nel tempo alle peggiori bibite gassate, che sicuramente – quest’ultime – non fanno bene. Da grandi sarà molto meglio un bicchiere di birra, il cui fermentazione  e componenti sono naturali.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: