La giusta alimentazione per compensare la carenza di ferro

spinaci

Ci risiamo, con il ricominciare della normale routine quotidiana, tornano alla ribalta anche i buoni propositi e il rientrare sulla giusta carreggiata per tutto quello che riguarda la nostra salute. Addio ai cocktail in riva al mare e alle abbuffate di frittura di pesce, ai digiuni prolungati e ai pasti disordinati. Se poi ai chiletti di troppo si aggiungono anche valori sballati nelle analisi del sangue, l’attenzione deve essere maggiore. Ad esempio se si soffre di sideropenia, ossia se si ha una carenza di ferro – problema molto diffuso nella società moderna – il modo migliore per contrastare o almeno alleviare i valori, come prima cosa bisogna ritornare a seguire un corretto stile alimentare.

Il ferro, lo sappiamo bene, è contenuto in molti alimenti ma forse non tutti sanno che il ferro contenuto nei prodotti di origine animale (carni rosse magre, tacchino, pollo, pesci come tonno, merluzzo, salmone) è quello più assimilabile di tutti e viene assorbito più facilmente da parte dell’intestino rispetto a quello di origine vegetale contenuto nei cereali, legumi e nelle verdure (quest’ultimo definito ferro non eme, che è più difficile da assorbire).

Altra tecnica non molto conosciuta è quella di abbinare il ferro contenuto nei cereali verdura e frutta alla Vitamina C, presente negli agrumi, uva, kiwi, peperoni, pomodori, cavoli, broccoli, lattuga così da aumentarne l’assorbimento nel caso appunto di ferro non eme.

Eccellente l’accoppiata tra spinaci e molluschi o legumi (ricchi di rame) oppure con il succo di limone o con spremute di agrumi e kiwi (ricchi di vitamina C).

Un altro utile consiglio è quello di utilizzare le erbe aromatiche per condire carni e pesce perchè sono fonti naturali di ferro e stimolano anche le secrezioni dello stomaco e aiutano a mantenere elevata l’acidità dell’ambiente gastrico.

Una cosa da evitare è invece il connubio di ferro e calcio nella stessa pietanza come ad esempio il tanto amato pane con affettato e formaggio. Questo non facilita infatti l’assorbimento di ferro.

Torniamo quindi al lavoro con un pensiero in più alla nostra salute, facendolo in modo sereno e piacevole, aumentando la corretta alimentazione e sia nel caso di carenza di ferro che non, mangiare nel modo corretto fa sempre bene all’organismo!

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: