Il cioccolato fa bene alla mente. Ma va mangiato almeno una volta a settimana

cioccolato

Golosoni e amanti del cioccolato saranno felici di avere un ulteriore punto a favore sul mangiare il proprio cibo preferito. Infatti cioccolato-salute sta diventando sempre più un binomio consolidato, specialmente se si tratta di quello fondente.

La tanto amata tavoletta marrone è ricca di antiossidanti apportando molti benefici sulla nostra salute a partire da quelli cardiovascolari. Mentre però gli studi si sono quasi sempre concentrati sugli effetti a breve termine, per la prima volta l’indagine di cui vi parleremo oggi ha analizzato quelli a lungo termine. Lo studio di Georgie Crichton della University of South Australia pubblicato sulla rivista Appetite ha voluto verificare gli effetti sulle funzioni cognitive indotti dal consumo regolare del cioccolato. I ricercatori australiani hanno considerato i consumi di cioccolata di 968 individui di 23-98 anni nell’arco di 30 anni, “somministrando” loro periodicamente dei questionari alimentari.

Il campione era tenuto anche a confermare quanto di frequente consumasse questo alimento, oltre a venire sottoposti a test cognitivi per misurarne le performance in vari ambiti (memoria visiva, di lavoro, verbale, etc). Il risultato è stato che consumando la cioccolata almeno una volta a settimana si ottengano migliori funzioni cognitive in tutti i campi della cognizione.

In questo caso gli effetti sono i medesimi qualsiasi tipo di cioccolata fosse stata consumata, e non sono quella fondente. Quindi le migliori performance non sono dovute solo alla presenza di una maggior carica di flavonoidi che varia in base al tipo di cioccolato.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: