Come curare i capelli in inverno

Con l’arrivo della stagione invernale, spesso ci si ritrova alle prese con capelli più deboli e più spenti rispetto al resto dell’anno: capelli che non solo sono aridi e sfibrati, ma che si spezzano molto spesso e che – nel caso delle donne – non riescono a mantenere bene la piega. La cuticola dei capelli è composta da squame che, con il freddo, tendono a rompersi, così che al suo interno riescono a penetrare sostanze dannose che finiscono per compromettere e pregiudicare tutto il gusto. Niente paura, però: con i giusti accorgimenti si può rimediare a questi inconvenienti senza troppe difficoltà.

Prima di tutto, però, è consigliabile intervenire sulla propria alimentazione: come noto, quel che si mangia è importante e influente rispetto alla salute dei capelli. Gli integratori a base di vitamine, di minerali e di aminoacidi permettono di rinforzare il fusto e garantiscono benefici per la crescita del capello, ma prima di iniziare ad assumerli è bene chiedere consiglio al proprio medico. A contribuire all’idratazione dei capelli sono, invece, gli acidi grassi omega 3, presenti in grandi quantità – tra l’altro – nel pesce.

Volendo optare per delle soluzioni professionali, si può fare affidamento sui prodotti Alfaparf, ma non possono essere sottovalutate anche le ricette casalinghe, con rimedi a base di oli essenziali per impacchi che vanno applicati direttamente sul cuoio capelluto. Per realizzare un impacco da usare in inverno prima di farsi lo shampoo è sufficiente mescolare 10 gocce di olio essenziale di lavanda, 25 ml di olio di jojoba, 7 gocce di olio essenziale di rosmarino, 25 ml di olio di ricino, 5 gocce di olio essenziale di ginepro e 3 gocce di olio essenziale di origano. Il mix che ne deriva deve essere distribuito sui capelli e lasciato in posa per almeno 60 minuti.

Se si è alle prese con capelli indeboliti dal freddo, inoltre, si può realizzare uno shampoo con 250 ml di shampoo neutro, 8 gocce di olio essenziale di rosmarino, 6 gocce di olio essenziale di ginepro e 6 gocce di olio essenziale di lavanda. In questo caso è sufficiente aspettare una decina di minuti dopo aver applicato il preparato sul cuoio capelluto. Infine, non bisogna dimenticare che a ogni lavaggio è importante massaggiare il cuoio capelluto: questa azione, che dovrebbe essere messa in pratica tutto l’anno ma che si rivela ancora più importante in inverno, ha un effetto positivo poiché contribuisce a favorire la circolazione del sangue. 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: