Chirurgia plastica: gli interventi al seno saranno il trend del 2017

mastoplastica-additiva

I progressi fatti in ambito scientifico e medico permettono anno dopo anno, in maniera continua, di migliorare non solo le diagnosi di malattie e le cure intraprese dai pazienti, ma anche di migliorare sensibilmente la qualità degli interventi chirurgici che vengono effettuati costantemente, riducendo i pericoli e ottimizzando i risultati a beneficio degli esseri umani.

Sempre più spesso nel corso degli anni, la chirurgia plastica continua a diffondersi in maniera sempre più consistente a livello globale, con l’aumentare del numero di persone che, a prescindere dai rischi, decide di sottoporsi ad interventi in sala operatoria per eliminare o modificare quei difetti che possono realmente contribuire a condizionare la vita di una persona. Ed è proprio sul finire del 2016 che arriva una interessante previsione di quelli che dovrebbero essere, almeno in Italia, gli interventi di chirurgia plastica più richiesti del 2017.

Il merito, tuttavia, non è da attribuire ad una sfera di cristallo, in quanto i dati che rivelano quali saranno, nella chirurgia plastica, i trend del 2017, arrivano dalla SICPRE, la Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, considerata la più antica e prestigiosa associazione di Chirurghi Plastici in Italia che raccoglie circa l’80% dei professionisti presenti nel nostro paese. Ma in che modo l’associazione è riuscita a fare queste previsioni?

La risposta è più semplice di quanto sembri. La SICPRE ha infatti adottato la medesima metodologia applicata nel 2014, tenendo in considerazione le visite effettuate sul sito ufficiale da parte degli utenti e scoprendo quali sono le pagine descrittive degli interventi che hanno generato il maggior numero di visite. Le pagine in questione, infatti, vengono visualizzate dagli utenti che vogliono saperne di più in merito ad un intervento, ed è quindi evidente che una persona che cerca informazioni su una specifica operazione, voglia in futuro sottoporsi a quell’intervento.

Prendendo in considerazione questi dati, la SICPRE conferma che l’intervento che continua a generare il maggior interesse continua ad essere la mastoplastica additiva (aumento del seno), considerato da molti anni l’intervento più di chirurgia plastica più richiesto. Gli interventi al naso (rinoplastica) occupano invece la seconda posizione, mentre al terzo posto, a sorpresa, troviamo la mastoplastica riduttiva, che prevede la riduzione del seno.

In quarta posizione tra gli interventi più visualizzati, è presente la mastopessi additiva, descritta come una sorta di lifting del seno, meno invasiva rispetto ad una mastoplastica, per modificare ad esempio la forma e il volume del seno e infine gli interventi di filler, che attraverso semplici iniezioni di botulino promettono la temporanea distensione delle rughe del volto, senza bisogno di sottoporsi a  vere e proprie operazioni chirurgiche come la blefaroplastica.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: