Yamaha Ténéré World Raid, 700 cc – tanta energia e avventura

C’è una nuova versione della Yamaha Tenéré, più versatile ed economica che amplia l’offerta verso questa tipologia di moto. Una versione si meno potente, ma che può regalare tante nuove emozioni.

Basata sul suo “piccolo”  700 cc, Yamaha continua a proporre versioni avventurose, dopo il Rally del 2020, ecco il Ténéré World Raid.

 Yamaha ha preferito non rinnovare  la sua “grande” Ténéré 1200, lasciandola fedele a se stessa.  La scelta è stata quella di ampliare l’offerta proponendo un modello dalle caratteristiche simili ma con cubatura inferiore che rispecchiasse però la medesima filosofia del modello originale. La filosofia della nuova arrivata è quella di estremizzare altri modelli della casa dei tre diapason, spostando “fuori strada” modelli già presenti in listino, troppo urbanizzati.

La bellissima Tracer 9 GT forse non è stata abbastanza compresa (o forse la Honda con la sua NC 750X ancora la fa da padrona in questo settore, insieme alla Kawasaki Versys) o era considerata troppo impegnativa, e quindi la scelta più obbligata è stata proprio quella di ricercare tra le proprie regine quella che meglio potesse incarnare lo stile di libertà e avventura di una media-cilindrata. Da qui la nascita di questo nuovo modello che cercherà di recuperare e rubare clienti e appassionati di un settore in crescita.  Si tratta infatti di una seconda versione basata sulla  Ténéré 700 (2019), questa volta ancora più avventurosa . Si distingue  per un serbatoio più grande (anzi due serbatoi) con due distinti bocchettoni di rifornimento. (Totale  23 litri di benzina) per una percorrenza che può arrivare a 500km.  Una buona cosa per i veri avventurieri ma anche per i motociclisti di tutti i giorni, che andranno alla pompa meno spesso.

 

Telaio:

Più grande e resistente,  la Ténéré World Raid è più alta. La sua sella ha un’altezza massima di 890 mm – è tuttavia 5 mm in meno rispetto al Ténéré Rally – mentre la sua escursione delle sospensioni è stata ulteriormente migliorata. La forcella mostra lo stesso diametro di prima (43 mm) . È importante sottolineare che l’ammortizzatore KYB di serie permette più regolazioni, nel precarico. Anche l’ammortizzatore posteriore vede aumentare la sua corsa a 220 mm. per ogni asperità della strada o del fuoristrada leggero.

Niente di nuovo da segnalare sul versante meccanico dove troviamo l’ottimo bicilindrico “CP2” da 689 cm3, 76 CV e 75 Nm di coppia . Al tempo stesso elastico e vivace, questo motore si rivela un ottimo compagno quotidiano.

Sul manubrio, i piloti noteranno in particolare l’arrivo di una nuova plancia. Sempre in posizione verticale e di dimensioni 5 pollici, ora è a colori, configurabile e compatibile con uno smartphone – tramite USB in particolare – per la visualizzazione di alcune notifiche. Lo schermo alto, i poggiapiedi più larghi, in alluminio gommati, più avvolgenti, con una nuova e diversa  griglia del radiatore, conferiscono a questa moto un aspetto avventuriero ancora più pronunciato. Disponibile da maggio, il Ténéré World Raid con un prezzo vicino ai € 13.000 , si allinea alla concorrenza di fascia alta.

Le caratteristiche principali

  • Doppio serbatoio: capacità totale 23 litri
  • Sella piatta sdoppiata
  • Display TFT a colori da 5 pollici con connessione bluetooth
  • USB tipo A
  • Forcella KYB Premium da 43 mm con escursione di 230 mm
  • Ammortizzatori anteriori Öhlins regolabili
  • Parabrezza rialzato, deflettori laterali rimovibili e indicatori LED
  • Pedane più larghe con inserti in gomma removibili
  • Paramotore in tre pezzi in alluminio
  • Prezzo: € 13,000 circa
  • Disponibilità: maggio 2022

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: