VW avvia la produzione – in Cina – dei suoi motori elettrici per la e-mobility (e per la ID.4)

Volkswagen avvia la produzione di nuovi propulsori elettrici in Cina. Delocalizzazione della produzione per una più efficiente distribuzione dei manufatti direttamente in loco. Attraverso la società consociata presso Tianjin, verrà prodotto il motore AP 310 che diventerà componente essenziale delle future generazioni dei modelli del Marchio Tedesco. Con questa mossa Volkswagen Group Components rafforza il proprio potere a livello costruttivo e di distribuzione sul territorio in capo della e-mobility a livello Mondisle.

 Con effetto immediato, l’impianto cinese  produrrà quindi il motore APP 310 sulla piattaforma modulare specifica per l’elettrico (MEB). Sarà utilizzato nelle varianti della Volkswagen ID.4 prodotte dai partner FAW (ID.4 CROZZ) e SAIC (ID.4X). Anche i futuri modelli del Gruppo su base MEB destinati al mercato cinese saranno approvvigionati localmente. Lo stabilimento principale per i motori elettrici di Volkswagen Group Components, a Kassel (Germania), produce l’APP 310 per i modelli MEB attuali e futuri destinati a Europa e Nord America.

Thomas Schmall, CEO di Volkswagen Group Components: “Con l’avvio della produzione del motore APP 310 nella nostra fabbrica di componenti di Tianjin, diamo impulso alla mobilità elettrica non solo nella regione ma anche nell’intero Gruppo. La nostra presenza in mercati chiave ci permette di reagire in modo flessibile ed efficiente alle esigenze dei Clienti. In tal senso Volkswagen Group Components sta dando un contributo importante alla campagna di elettrificazione del Gruppo Volkswagen”.

A Tianjin si producono cambi automatici dal 2012. Dopo il motore ibrido DQ400e e quello elettrico APP 290, l’APP 310 rappresenta la successiva tappa fondamentale nella transizione verso l’e-mobility. Il motore sincrono a magneti permanenti, disposto con trasmissione e cambio in linea con i semiassi, ha un output di fino a 150 kW (204 CV) con coppia massima di 310 Nm. Le due fabbriche di componenti di Kassel e Tianjin collaborano strettamente sull’industrializzazione del processo per il nuovo prodotto. Al momento, la capacità produttiva massima per entrambi i siti corrisponde a 880.000 unità all’anno, ma sarà ampliata fino ad arrivare a 1,4 milioni di motori elettrici all’anno già nel 2023, rendendo Volkswagen Group Components uno dei principali produttori a livello mondiale.

La ID4 sarà la prima World Car del Brand tedesco. Non una berlina, ma un vero Crossover, destinato ai Mercati di mezzo mondo. Superate le barriere Europee, Volkswagen si appresta a sbarcare e contrastare le altri grandi realtà Americane e Giapponesi con i suoi prodotti. verrà costruita in cinque stabilimenti sparsi in tre Continenti, senza necessità di approvvigionamenti esterni.

La ID.4  sarà disponibile con batteria da  77 kWh composto da 288 celle divise in 12 moduli (garantita per 160.000 km o 8 anni),

Sarà disponibile con un solo motore elettrico, APP 310,  trazione posteriore e può contare su una potenza massima di 204 CV e 310 Nm. Arriverà poi  una trazione integrale  con doppio propulsore eletrrico – sui due assali –  trazione integrale  sincrona e 300 CV di potenza.

lunga 4,62 metri, ha un bagagliaio di 543 litri.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: