VOLKSWAGEN T-ROC SI RINNOVA E … ARRIVA SULLE NOSTRE STRADE

Con i suoi particolari di design, i notevoli progressi in ambito di comando e connettività, nonché i sistemi di assistenza di ultima generazione, la nuova Volkswagen T-Roc porta avanti la storia di successi di questo carismatico crossover della Volkswagen nel segmento delle compatte. Gli interni si presentano più moderni e rifiniti che mai e l’equipaggiamento di serie comprende ora, fra l’altro, anche i fari a LED, il Digital Cockpit basato sulla terza generazione del sistema modulare di infotainment MIB3 e un volante multifunzione nuovo. Una nuova struttura degli allestimenti consente ai clienti di configurare la nuova T-Roc adeguandola in modo mirato al proprio stile personale. Gli interni nei diversi allestimenti prevedono anche i sedili regolabili elettricamente e i sedili ergoActive1 dotati di regolazione elettrica della zona lombare a 4 vie e funzione di massaggio aumentano il comfort nei viaggi lunghi. Fra gli highlight nell’ambito dei sistemi di assistenza vi sono l’IQ.DRIVE Travel Assist1/2 e l’ACC predittivo1/2 .

 

La Volkswagen T-Roc ha venduto 1 milione di unità in tutto il mondo dalla sua introduzione alla fine del 2017, di cui 600.000 solo in Europa.  Per Volkswagen è stato un successo. Dopo la Polo è l’auto più venduta, superando anche la mitica Golf .  La T-Roc si è dunque imposta come colonna portante nella gamma di prodotti Volkswagen, confermando la validità della strategia nel segmento dei SUV. Alla fine del 2019 è entrata a far parte di questa famiglia di modelli la supersportiva T-Roc R, mentre dalla primavera 2020 la T-Roc Cabriolet fonde in sé i punti di forza di un SUV e la leggerezza di un’auto a cielo aperto. Anche in questi casi le novità in fatto di design e tecnologia accrescono l’attrattiva delle versioni.

Per il restyling di metà carriera  non è stato necessario ripensare a fondo. Tuttavia, i cambiamenti sono più profondi di quanto appaiano a prima vista. Il design esterno si evolve solo in piccoli dettagli. Il modo migliore per riconoscere questo T-Roc rivisto e corretto è individuare la striscia Led che collega i fari tra loro. Con i fari LED Matrix1 IQ.LIGHT, una delle novità al debutto, tale fascia diventa addirittura luminosa. Negli altri modelli  la barra è semplicemente cromata.

Nella parte anteriore, Volkswagen desiderava differenziare ulteriormente le diverse versioni. Lo scudo non è lo stesso a seconda della versione scelta. Nella versione sportiva “R-Line”, lo scudo è ispirato a quello della T-Roc R . Nella porzione posteriore, gli sviluppi sono ancora più timidi. Le luci oscurate avvicinano questa T-Roc alla Golf. Infine, notiamo la comparsa di nuovi colori, nuovi cerchi.

Interni:

È all’interno della Volkswagen T-Roc è stata ridisegnata  e migliorata. Le modifiche sono evidenti nell’estetica e nella consistenza. Il cruscotto è tutto nuovo e soprattutto le plastiche espanse nella parte superiore sono state migliorate, non si può dire altrettanto per gli sportelli che ancora rimangono rigide (economiche). L’interno, da parte sua, si evolve più profondamente. Questa è la fine del layout orizzontale, il touch screen ora si affaccia sulla plancia, di fatto completamente ridisegnata. Lo schermo ora può misurare fino a 9,2 ” (opzionale su tutti i modelli). Di serie sarà più piccolo: 8”. La strumentazione digitale fa ormai parte della dotazione base, 8” su tutti i modelli, ma è disponibile come optional una versione più evoluta da 10.25” (di serie su T-Roc R). Il display centrale dell’infotainment, che ha assunto le forme di un tablet, è stato posizionato sulla plancia a un’altezza ideale sotto l’aspetto ergonomico, ossia sullo stesso asse visivo del quadro strumenti dietro il volante. A offrire opzioni di comando intuitive contribuiscono anche i volanti di nuova configurazione, ora equipaggiati di serie con tasti multifunzionali. Analogamente, nella nuova T-Roc il controllo del climatizzatore automatico avviene in digitale. Qui la temperatura e la funzione di ventilazione vengono regolate tramite cursori touch, mentre altre funzioni e il riscaldamento dei sedili sono comandati tramite campi touch.

Per le dotazioni di sicurezza sulla T-Roc 2022 troviamo  i sistemi Front Assist e Lane Assist, a cui si aggiungono, fra l’altro, l’IQ.DRIVE Travel Assist1/2 e il sistema di regolazione della velocità ACC ( il cruise control adattivo che lavora in combinazione con  l’aiuto al mantenimento di corsia) predittivo1/2, di nuova introduzione. Inoltre, sono state ampliate le funzioni del sistema Side Assist1/2 e del dispositivo di assistenza al parcheggio Park Assist1/2, che riesce ora a gestire anche le manovre di parcheggio in marcia avanti negli spazi trasversali e l’uscita da parcheggi paralleli alla carreggiata. Digital Cockpit di serie. La nuova T-Roc dispone di un sistema di visualizzazione e comando completamente digitale basato sulla terza generazione del sistema modulare di infotainment MIB3.

Spaziosa quanto basta, non tanto per i posti anteriori, comodi e perfino larghi, dietro si sta bene in due, con il padiglione che tende a scendere ma non infastidisce troppo. Le sedute risultano perfino infossai. Il bagagliaio, direttamente collegabile al discorso abitabilità, ha una capienza può essere portata da 445 a 1.290 litri.

Le caratteristiche tecniche non cambiano. ciò vale per tutti i modelli (tranne la R) e anche  la Cabriolet, commercializzata ancora poco più di un anno fa. A tal proposito, questa variante  ha venduto quasi 3.000 unità i Europa da aprile 2020.

Per quanto riguarda i motori, nessun cambiamento è da aspettarsi. Per la nuova T-Roc sono disponibili tre motori a benzina e due diesel che, in base al tipo di trazione, vengono combinati con un cambio manuale a 6 marce o con un cambio a doppia frizione DSG a 7 marce1. Le efficienti motorizzazioni a iniezione diretta di benzina  comprendono un motore TSI da 1,0 litri a tre cilindri con potenza massima di 81 kW (110 CV) e due motori a quattro cilindri: il TSI da 1,5 litri e 110 kW (150 CV) di potenza e il TSI da 2,0 litri che eroga 140 kW (190 CV). Completano la gamma due motori a quattro cilindri TDI da 2,0 litri con potenza erogata pari rispettivamente a 85 kW (115 CV) e 110 kW (150 CV).

Per la nuova T-Roc Cabriolet sono invece disponibili l’1.0 TSI da 81 kW (110 CV) e l’1.5 TSI da 110 kW (150 CV), mentre il modello top è quello della T-Roc R da 221 kW (300 CV). In alternativa alla trazione anteriore, il motore diesel da 110 kW (150 CV) può essere abbinato anche alla trazione integrale 4MOTION1 , che nel modello 2.0 TSI da 140 kW (190 CV) e nella T-Roc R garantisce di serie una trazione di livello decisamente superiore.

Allestimenti: 

Tre gli allestimenti troviamo oltre alla versione base, le  nuove configurazioni:  Life, Style e R-Line.  In abbinamento alle linee di allestimento Style e R-Line, è inoltre disponibile il pacchetto di design Black Style, che colpisce per i numerosi dettagli in nero verniciato, i cristalli laterali e il lunotto oscurati, i montanti C carbon look e i cerchi in lega specifici da 18 pollici. Digitalizzazione fa rima con evoluzione.

Sono partiti in questi giorni  gli  ordini per la versione 2022. Le consegne non prima di  aprile.

 In conclusione

• Modello top di gamma da 221 kW (300 CV). La T-Roc R, il modello sportivo in assoluto, affascina grazie alla dinamica superiore, alla trazione integrale 4MOTION di serie e alle specifiche peculiarità di design.

• Lifestyle ed esperienza di guida open-air. Il design dinamico, la capote in tessuto elettrica e gli esclusivi colori della carrozzeria rendono la T-Roc Cabriolet un’autentica novità nel segmento delle crossover.

• Interni versatili con elementi distintivi di pregio. L’abitacolo della T-Roc, dallo stile accuratamente raffinato, alloggia un Digital Cockpit di serie e un display dell’infotainment le cui dimensioni raggiungono ora anche i 9,2 pollici.

• Design progressivo con dettagli affinati. I particolari ben definiti degli esterni conferiscono a questi modelli crossover un aspetto molto espressivo. Le nuove verniciature completano il design distintivo della T-Roc.

• Upgrade tecnologico completo. Con l’IQ.DRIVE Travel Assist e il sistema di regolazione della velocità ACC predittivo per la guida assistita, nonché i fari a LED Matrix IQ.LIGHT, tecnologie innovative derivate da categorie di veicoli superiori fanno ingresso nel segmento dei SUV compatti.

• Sistema di connessione avanzato. Con il sistema modulare di infotainment MIB3, la T-Roc accoglie a bordo l’ultima generazione di servizi online.

• Chiara struttura dell’offerta. In alternativa alla variante di base, la nuova T-Roc è disponibile nelle linee di allestimento Life, Style e R-Line. Le opzioni supplementari proposte consentono inoltre una configurazione su misura.

• Digitalizzazione fa rima con evoluzione. L’integrazione ancora più massiccia di software e l’esperienza digitale ottimizzata per il cliente sono le innovazioni della strategia ACCELERATE di Volkswagen messe a disposizione anche nella nuova T-Roc.

Cambiamenti essenzialmente estetici per la T-Roc che sta progredendo soprattutto in termini di dotazione e qualità percepita. Il marchio tedesco forse avrebbe potuto andare oltre su quest’ultimo punto, ma si dovrà ormai aspettare la prossima generazione. Intanto ci possiamo godere un prodotto praticamente unico nel segmento: un  Suv-Crossover-Coupé by Volkswagen.

 

 

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: