Nuova Suzuki Vitara 2015, coloratissima

2015-03-13 16.50.33

E’ stata presentata da pochissimo (Parigi 2014), e già si è fatta spazio nel cuore della gente. L’accoglienza della nuova Vitara 2015 è stata entusiastica. Un’auto diversa dalle sue progenitrici. Più cittadina, meno vocata – nell’aspetto generale – e nella sostanza ad arrampicarsi e muoversi su terreni estremi. Anche pianale, carrozzeria ed interni sono molto più raffinati ed eleganti. Molto moderna per tecnica costruttiva, allineata alle vetture di segmento C che va ad affiancare. Anche lo schema delle sospensioni ricalca quello delle berline di fascia media. Avanti c’è un classico Mc Pherson e dietro da una barra di torsione. (struttura economica ma efficace). Due bracci indipendenti vengono collegati mediante un elemento trasversale che funge anche da barra antirollio. La Vitara è auto giovane e snella, strizza l’occhio all’utente medio per colorazioni accostamenti molto belli. E’ meno aggressiva, meno tante cose, se si pensa a ciò che ha rappresentato, ma potrebbe essere un ottimo prodotto per un mercato interessato a versatilità e  dimensioni contenute. La nuova Vitara misura infatti 417 x 177 x h160 – passo 250. Nella sua tabella tecnica vengono riportati anche i cosi-detti angoli di attacco e uscita, rispettivamente: 18,2 e 28,2, ma in un primo contatto non ci sembra un auto che possa ambire a ricoprire – se non al livello delle altre Crossover grandi attività fuoristradistiche.

2015-03-13 16.51.41

La categoria di appartenenza è quella molto affollata della Qashqai, della 500x, Sportage, ix35/Tucson, Kuga e anche della sorella S-Cross.

Hanno molto in comune infatti i due prodotti di casa Suzuki: dal pianale, alla trasmissione e motori. Direi che la scelta di commercializzare tale vettura  la trovo abbastanza “Confusa”. Forse la S-Cross non ha soddisfatto per risultati di vendita e hanno provato questo diverso approccio che punti su Amarcord e ricercatezze, accostamenti cromatici e rifiniture. La vettura esteticamente è ben fatta. La verniciatura ineccepibile, le plastiche un po’ meno. Bello il  paraurti anteriore e i passaruota, quello dietro sa un po’ di dejavù. Maniglie e specchi retrovisori, ma anche talune rifiniture sono leggermente meno ricercate rispetto ad altri prodotti di fascia. Bello il frontale che ha un vago richiamo al passato, dietro ci sono grossi e squadrati fari anche forse un po’appariscenti. Si vede la parentela  con l’S-Cross, proprio da questa porzione. Il tema è stato svolto con cura, ma forse per rinnovare ed evocare quel nome serviva qualcosa di più.

Motori: Le unità al momento sono due 1.6 di cilindrata,  sia diesel che benzina. La potenza, per entrambi è di 120 Cv. L’unità diesel è il noto propulsore di casa FCA conosciuto  e che equipaggia molte vetture nel panorama automobilistico attuale. Le trasmissioni sono manuali o automatiche (a doppia frizione con modalità auto o con i paddles al volante).

2015-03-13 16.51.26

Sulla Vitara è presente il sistema di controllo di trazione “All Grip”, che garantisce attraverso il controllo elettronico e diverse modalità di funzionamento, la migliore aderenza della vettura nelle diverse condizioni del terreno(Auto/Snow/Sport/Lock) trasferiscono la trazione tra i due assi e sulle diverse ruote proprio come un differenziale autobloccante.

Tra i sistemi di sicurezza, nella nuova Vitara c’è l’introduzione di sistema automatico di frenata, alle basse velocità (Radar brake system) e comunque la lista del pacchetto è lunga: dai 7 air-bag / ESP/ABS/TCS

Il Bagagliaio: i dati parlano di 375 lt nella configurazione ordinaria. Non male in considerazione delle dimensioni esterne. La forma della porzione posteriore quasi verticale aiuta senz’altro. La forma è abbastanza regolare, ma non è rivestito in ogni sua parte se non in plastica. Ciò può essere una critica a livello estetico e per attutire i rumori, ma sicuramente, per un uso non solo cittadino ha i suoi vantaggi).

Non mi sono soffermato troppo sugli interni, che però mi sono sembrati migliori rispetto a versioni precedenti, sia per i materiali usati, decisamente superiori alla  S-Cross, sia per le rifiniture e il design meno giapponese rispetto al solito.

Spero presto di raccontarvi di una prova su strada, sempre qui sulla www.laragnatelanews.it

A presto.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: