Nuova Freemont, dalla Jeep il nuovo Crossover FCA

freemont old

La Cherokee non ha avuto la fortuna che ci si aspettava. Si potrebbe osservare analizzando meglio le fasi del suo sviluppo e nascita che forse è nata un po troppo frettolosamente. La voglia di innovare, di rompere col passato ha indotto in errore i vertici della società che aveva rilevato le sorti di un marchio storicamente conservatore. Non ha avuto la mano felice di rispettare lo stile tradizionalista degli acquirenti Jeep proponendo uno stile  non compreso e alla fin fine poco apprezzato.

Dagli errori si sono subito ripresi con la Renegade, che per qualità e doti stilistiche ha avuto subito estimatori anche in USA (a breve uscirà anche una versione a passo lungo come da noi auspicato qualche tempo fa). In Fiat però hanno pensato di non sprecare nulla. La piattaforma è quella della Alfa Romeo Giulietta e della Dodge Dart. Mettendo mano allo stile audace e riprendendo quanto di buono acquisito e utilizzato in altri modelli del gruppo si è studiato un compromesso capace di sfruttare la piattaforma C-US Wide e farne un’auto  tutta nuova. La Nuova Freemont appunto. Sarà proposta a trazione integrale o anche anteriore. Ci sarà un diverso livello di allestimento. Sia l’andamento delle fiancate, che il taglio dei finestrini sarà originale. Per il posteriore si riprenderà quanto visto ultimamente su Tipo. Il frontale, al contrario, per infondere grande senso di solidità riprenderà molti dei concetti visti sull’ultima creazione di casa, il Pick Up Toro.

freemont17.1 freemont17

Il Pianale allungato dovrebbe essere il medesimo sul quale stanno lavorando per la nuova Jeep Compass al debutto nel 2017. Si inseguivano voci fino a poco tempo fa che dalla Toro sarebbe nata proprio la Freemont, ma il primo è un mezzo votato al lavoro e poco incline allo sfruttamento di volumetrie interne e con poco spazio. Sfrutta la meccanica Mitsubishi adattata e motorizzata Fiat, ma non può essere un mezzo sul quale investire per strategie future.

Oggi le necessità dei Crossover sono incentrate principalmente per un uso stradale se non anche cittadino. I mezzi devono stare in strada, avere ottimi doti di guidabilità e strizzare l’occhio oltre all’estetica, all’economicità e al confort. In FCA negli ultimi anni hanno imparato molto con l’acquisizione di Jeep dei mezzi polivalenti. Penso che la strategia tenga a render distinti i due Brand per non confonderne  le aspirazioni, ne farsi battaglie interne. Il Freemont dovrà poter essere un’auto per famiglie, che accetti il fuoristrada leggero. Verrà prodotto sempre a  Toluca in Messico. Il suo Mercato nasce in loco e negli States come Dodge Journey. In Europa arriverà col marchio Fiat e la denominazione Freemont, come la precedente generazione. Quanto di buono presentava la vecchia gamma lo si cercherà di conservare. E’ certo però che i vertici FCA metteranno mano alla meccanica inserendo propulsori più piccoli, una nuova e migliorata trasmissione (automatica a doppia frizione) e sedili che abbiano un confort migliorato. Anche le sospensioni seppure studiate per i lunghi percorsi delle Avenue Americane, prevederanno per l’Europa diversi assetti e rilevanti distinzioni anche meccaniche. Noi seppure più piccoli abbiamo esigenze differenti.

freemont1

Si parla di Luglio 2017 per l’inizio della produzione. Avremo tempo di aggiornarvi

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: