Nuova Citroen C5 AirCross, II fase, tante novità

Il nuovo frontale della  C5 Aircross  2022 è sicuramente la cosa che salta subito agli occhi. Le nuove luci con andamento orizzontale sono “differentemente belle”. Si è passati dall’originalità della prima serie, ad una moderna convenzionalità della serie che si propone per il 2022. Che dire, ci piace di più. Più tradizionale per certi versi, ma al contempo più aggressiva. L’aspetto giocoso, lascia spazio ad un modello di sostanza.  Il frontale è completato da una nuova griglia composta da tanti piccoli elementi verticali cromati con effetto 3D che seguono l’andamento dei fari Led, per un gioco grafico davvero armonioso ed elegante. Cambia il Logo , più grande e ben raccordato, come il paraurti anteriore, che ha diverse prese d’aria che conferiscono maggiore aggressività all’insieme.

Novità estetiche e di sostanza:

Il muso ha quindi  un aspetto più massiccio, trasmette una sensazione di maggiore solidità. Sarà forse meno originale rispetto a prima ma l’effetto grafico introdotto con le nuove luci non  rinnega la precedente versione. Per certi versi  rimane fedele ai suoi fondamenti mantenendo un aspetto a due piani e LED collegati tra loro da parti in rilievo nella griglia, puntualmente cromate, che incontrano ciascuna un ramo dei “galloni” (della double chevron) nella definizione grafica. Cambiano le prese d’aria inferiori del paraurti – che riprendono il design della “sorella” C5X berlina, così come i fendinebbia rotondi

Nuovi i cerchi in lega da 18 pollici che vanno d’accordo con l’immagine dell’auto. Anche questi danno maggiore importanza all’insieme della vettura, così come le nuove barre sul tetto. L’insieme ora ha una tonalità più scura – nero opaco –  che è un po’ la moda del momento.

Le luci posteriori sono state riviste,  hanno una diversa disposizione interna degli elementi a Led, che assicurano una maggiore visibilità su strada  e – esteticamente parlando – guadagnano un design più ricercato fatto di diversi livelli 3D e una firma grafica a Y sovrapposte molto gratificante.

Interni:

Gli interni sono stati rivisti in dettagli. La sostanza rimane quella del modello originale. Ritroviamo quanto di buono conosciamo: I tre sedili posteriori indipendenti e scorrevoli

Sempre i sedili anteriori  “Advanced Comfort” rimangono, con una diversa sagomatura ed imbottitura. Cambia, in plancia, lo schermo touch, ora molto più grande – 10” e non più incastonato, ma che svetta sopra le bocchette d’aria centrale. E’ posizionato anche 4 cm più avanti rispetto alla plancia e al Cockpit  da 8” davanti al pilota. Più facilmente a portata di mano, più ergonomico per l’esecuzione dei comandi secondari.¢

Sempre in plancia, nella parte bassa, troviamo il selettore della modalità di guida, secondo delle specifiche proprie del modello, motorizzazione e allestimento. Ci sono diversi vani a vista e con chiusura e c’è poi un vano per il posizionamento verticale dello smartphone, che prevede anche la ricarica ad induzione.Sono disponibili 4 allestimenti interni, che prevedono abbinamenti specifici secondo le versioni e colore esterno:

Wild Black (un mix di tessuto nero e tessuto grigio con effetto pelle grigia e cuciture blu;
Urban Black, con Alcantara nera e tessuto effetto pelle nera;
Metropolitan Black con nuova pelle goffrata nera e pelle grigia- tessuto effetto;
Hype Black mescola pelle Paloma traforata e pelle Nappa Blu

Nessuna modifica infine al bagagliaio, che mantiene la sua capacità record di 580-720 litri (da 460 a 600 litri nel PHEV).

Allestimenti:  Live, Feel, C-Series, Shine e Shine Pack.

Motori:

Ci sarà ancora la versione Diesel (ormai rimasti purtroppo in pochi) il  BlueHDi da 130 CV , un benzina PureTech da 130 CV e un ibrido plug-in a 2 ruote motrici da 225 CV . Con la nuova versione si spera venga introdotta finalmente la versione a quattro ruote motrici con la doppia propulsione – senza cioè l’albero di trasmissione – ma con il retrotreno affidato a propulsori elettrici che lavorino in modo sincrono con il propulsore termico (così come già accade per la cugina  Peugeot 3008 Hybrid4 .

Anche la dotazione tecnologica non conosce grosse novità rispetto alla versione precedente. Il C5 Aircross può ancora ricevere nuovi supporti ADAS, inclusa la guida autonoma di livello 2. e per tutte le versioni il “Grip Control con Hill Assist Descent”. Pack Park Assist 360°, che comprende: Vision 360° con funzione di parcheggio automatico Park Assist, Pack Drive Assist con Highway Driver Assist, Pack Driver Assist e Pack City.

Colori:

C’è il nuovo “Eclipse Blue”, che ha riflessi molto scuri in base alla luminosità dell’ambiente. Poi ci sono i più classici Bianchi: Natural e Pearl/Nero Perlato /Grigio – Acciaio e Platinum oltre ai   Per esaltare il tutto, i Colour Pack ravvivano le macchie di colore, con tocchi Glossy Black, Dark Chrome, Anodized Bronze ed Energic Blue. anche gli Airbump hanno diverse combinazioni di colori abbinabili allo stile e al colore dell’auto.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: