Nel 2018 Arriva la berlina Media di Peugeot, la nuova 508(9)

Si chiamerà Peugeot 508, o – come si vocifera presso la Casa Transalpina – è giunto il momento di rinnovare la sigla? Siamo forse all’alba del nuovo corso, della nuova denominazione 509?

La Peugeot si  prepara alla sostituzione della sua berlina  508  lanciata nel 2010. La vedremo nella sua nuova veste già al Salone di Ginevra a Marzo 2018. Dopo aver  completamente ridefinito la sua gamma dei Crossover,  con le bellissime 3008/5008  e il lifting della 308  (ora anche in forza all’Arma dei Carabinieri), ed aver messo mano nel rinnovamento tecnico e stilistico della acquisita OPEL, ora è arrivato il momento di lavorare sulla berlina che rappresenta al meglio la tradizione, ma anche l’innovazione tecnologica del Marchio. La nuova 508 dovrebbe anticipare – anche stilisticamente – ciò che arriverà nel 2019 con la “piccola” del Gruppo, la 209. Il suo arrivo i è previsto per settembre 2018. Qui vi mostriamo i primi bozzetti ed immagini che ne definiscono lo stile e i contenuti.

La nuova Peugeot 508/509

Peugeot lancierà la 508 nel 2018, otto anni dopo la precedente generazione. Per vincere in un Mercato, quello delle berline di Fascia Media in costante declino, dovrà innovare e cambiare. Nuovo il design, una vera rivoluzione di stile  che riprende le linee dell’ultimo prototipo, la “Instinct” presentata al Salone di Ginevra del 2017.  Proprio  questa sarà la  base di partenza per definire il nuovo  stile PSA. Saranno ripresi alcuni concetti, (anche quelli già espressi sulla concept del 2014 “Exalt”, per padiglione e montanti posteriori) ma le misure dovrebbero essere  più compatte  pur lasciando un volto molto dinamico alla berlina, quasi da coupè. Per la piattaforma c’è la EMP2, la stessa degli ultimi modelli Peugeot (C4 – 3008 e 5008) evoluta .  Non aumenteranno  di molto  le dimensioni, ma aumenterà la sicurezza passiva e per i pedoni, e migliorerà l’abitabilità per i passeggeri. Il nuovo telaio è studiato per un’eventuale versione Ibrida e in ogni caso – come per la concorrenza – si cercherà di contenere il peso grazie all’adozione di diversi materiali. Le misure saranno vicine ai 483 cm. simili all’attuale 508 e si attesteranno sui 485 cm di lunghezza per i 185 di larghezza, l’altezza potrebbe essere – in controtendenza – di circa 150, ma con un andamento che scenderà poi repentino al posteriore.

La nuova 508  la vedremo in veste pressoché definitiva già al Marzo 2018 al Salone di Ginevra, ma bisognerà poi aspettare il Salone di Parigi per la presentazione ufficiale. Ci saranno tutte le nuove tecnologie già apportate agli altri modelli del Gruppo PSA e qualche novità. Non mancheranno gli schermi multipli tft anche per la strumentazione del cockpit e la trasmissione a doppia frizione con cambio sequenziale diventerà l’equipaggiamento per le versioni di maggiore richiamo.  Molti i sistemi di assistenza alla guida.

Dotazioni:

Per questo, Peugeot dovrebbe fare affidamento sulle ultime tecnologie del gruppo PSA in termini di assistenza alla guida (tra cui una modalità che si avvicina alla guida autonoma per alleggerire il guidatore negli ingorghi del traffico?) Ma anche nell’ergonomia di guida. Dovremmo quindi trovare il Peugeot i-cockpit visto sui SUV 3008 e 5008 con una lastra digitale invece del tachimetro per la strumentazione. Molte le dotazioni per il confort e la sicurezza attiva e passiva: dal 3D Connect Navigation con Peugeot Connect SOS & Assistance, al sistema Audio con Radio DAB (Digital Audio Broadcasting) con MirrorScreen e comandi al volante. Come detto non mancherà il Display touchscreen 8″ capacitivo con “Toggle Switch” , il wireless smartphone charging; l’head-up digital display con touchscreen. Per la sicurezza non mancheranno i sei /otto airbag: airbag anteriori conducente/passeggero,  airbag laterali anteriori, airbag per la testa anteriori e posteriori, attacchi Isofix nei sedili posteriori sicurezza elettrica bambini + l’ABS+AFU+REF+accensione automatica luci di emergenza,avviso di superamento involontario della linea di carreggiata (ASL) EBS (assistenza alla frenata d’emergenza), freno di stazionamento elettrico con Hill Holder, sistema di avviso anti collisione, la frenata automatica, Time Drive Control ,controllo elettronico stabilità ,controllo elettronico trazione, active city brake e lane departure system. Ci sarà l’accensione automatica dei proiettori , il Blind Corner Assist (sistema di monitoraggio dell’angolo cieco della vettura), il GSI (Gear Shift Indicator) per le versioni con cambio manuale e ovviamente i sensori di parcheggio anteriori, posteriori con telecamenra, i sensori pressione pneumatici e il servosterzo elettrico, il sistema di mantenimento distanza di sicurezza e il  Speed Limit Detection. Sempre in tema di assistenza attiva c’è il tergicristallo automatico, il cruise control programmabile e adattivo, l’accensione automatica tergicristalli e per finire il sistema di accesso al veicolo senza chiave “Keyless”.

Motori:

Al momento del lancio non ci saranno grosse sorprese (che però arriveranno nel corso del 2019). I motori dovrebbero essere sia benzina che diesel.  Ci saranno i nuovi tre cilindri  PureTech 130 cavalli e i più classici  quattro cilindri 1.6 PureTech da 180 CV e 225 CV. Per i  diesel ci saranno i più classici (ma nuovi) 4 cilindri  1.5 BlueHDI da 130 CV, 150 e 2.0  da 180 CV. L’ibrido dovrebbe poi arrivare  entro il 2019, con una versione ibrida ricaricabile e di più di 200 cavalli di apporto complessivo. Si parla anche di trazione integrale, ma senza albero di trasmissione. Qualcosa di cui si è già parlato tanto in Casa Peugeot, che  si materializzerà, finalmente, anche su una berlina.

Prezzi indicativi, a partire da € 28.000

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: