Maserati Ghibli Hybrid – 4 cilindri 330CV 48V

E’ nata la  prima Maserati “ibrida” della storia, Non una vera e propria elettrica,  una vettura con microibridazione a 48 volt gestita da una centralina Bosch. Una batteria agli ioni di litio, 48 V DC/DC converter e centralina elettronica controllo motore ECU sono alloggiate nel bagagliaio.  Quest’ultima coordina l’azione del motore termico e quella del propulsore elettrico, ma anche (a 12 v) gli altri dispositivi elettrici dell’auto. Il Boost Recuperation System (BRS) consente di immagazzinare una parte della forza frenante nella batteria agli ioni di litio a 48 V per metterla a disposizione del guidatore in fase di accelerazione

Il motore termico, (Downsize + elettrico) quattro cilindri di derivazione Alfa Romeo, arriva a  330 CV e una coppia di 450 Nm disponibile a 4000 giri / min con trazione posteriore 

La coppia ridotta, (rispetto alla versione diesel 600 Nm) a 450 Nm su questa versione elettrificata. Il cambio automatico a 8 rapporti, combinato al  nuovo motore riuscirebbe a far raggiungere alla vettura  una velocità massima di 255 km / h ed eseguire da 0 a 100 km / h in 5,7 , malgrado il peso non proprio piuma.

Malgrado si sia persa potenza e fluidità del sei cilindri , le prestazioni più ruvide e a giri più alti soddisfano appieno l’indole sportiva dell’auto del Tridente. Grazie ad un cambio molto veloce  ZF “8” e ai programmi preimpostati di guida normale/sportiva, alcune prerogative tipiche di una granturismo vengono recuperate. Come detto le  prestazioni sono più che soddisfacenti e emissioni e consumi  ne beneficiano notevolmente. I consumi si attestano su 10,5 l / 100 km, niente male per una  berlinetta che supera le 2 tonnellate.

L’estetica, malgrado denoti la linea non più freschissima è ancora classicamente elegante e leggera. Bella e rifinita come tradizione vuole per le Maserati. All’interno si ritrova la medesima cura costruttiva con allestimenti confortevoli ed eleganti. Sellerie, pannelli porte, padiglione e plancia sono inconfondibilmente Maserati con l’aggiunta del nuovo sistema infotaiinment da 10,1”, senza bordi.  Più veloce e facile da usare rispetto a prima, con una grafica rielaborataSembra che anche un assistente virtuale risponda alle richieste degli occupanti. Oltre a questo sviluppo, la Ghibli riceve anche un sistema di guida semi-autonoma sfruttabile  fino al limite di velocità imposto per la strada di percorrenza. Questa opzione combina in particolare il cruise control adattivo, l’assistente al mantenimento della corsia, il monitoraggio degli angoli ciechi ma anche il riconoscimento dei segnali stradali e la frenata automatica di emergenza.

Anche con un “piccolo” 4 cilindri turbo, la Ghibli resta una berlina a parte. La microibridazione, trasparente all’uso, permette soprattutto di ridurre le proprie emissioni di CO2. La Ghibli è un’auto accattivante  e comunque esclusiva. E per coloro che non badano al prezzo, il Ghibli Trofeo e il suo V8 avranno altre attrattive da condividere …

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: