fbpx

LOTUS ELETRE, il futuro è adesso

Grazie alle nuove risorse economiche della proprietaria del Brand Inglese, la cinese Geely, nuova linfa e creatività anglosassone hanno permesso di dar vita a un Progetto completamente nuovo in LOTUS. Realizzare un SUV sportivo che a ben pensare stilisticamente (ma non tecnicamente) può trovare la sola concorrenza nella Ferrari Purosangue.

Gli obiettivi sono differenti e anche le soluzioni meccaniche. Ma siamo sicuri che questi concetti diventeranno, nei prossimi anni, il riferimento dei futuri prodotti Automobilistici a livello mondiale.

Già altri Marchi storici stanno approntando progetti in questa nuova direzione e in breve termine i Suv sportivi saranno una realtà sempre più ampia e adeguata alle richieste del Mercato. per motori e trazioni ci sarà la convivenza tra propulsione endotermica ed elettrica, oppure la sola propulsione elettrica, un vero connubio, perché il futuro è già qui.

 Lotus Eletre, il primissimo SUV elettrico del marchio inglese:

Questo modello, il primo SUV di Lotus, nonché la prima auto a cinque porte è anche la prima vettura elettrica di serie. Le sue misure sono ragguardevoli, ben 510 cm di lunghezza e 223 cm di larghezza compresi gli specchietti aperti.

Passo generoso (piattaforma Electric Premium Architecture (EPA) per 302 cm),  dovrebbe permettere tanto spazio a bordo, raffinato e comodo e ovviamente multimediale. Si potrà scegliere tra una configurazione a 4 o 5 posti. ma il bagagliaio, malgrado le misure esterne, raggiunge solo i 477 dm3, più uno spazio aggiuntivo di 77 dm3 nella parte anteriore…sotto il cofano. Il peso raggiunge nella versione R le due tonnellate.

Tre sono le versioni:  Lotus Eletre , Eletre S ed Eletre R. Le prime due hanno un propulsore da  603 CV per un valore di coppia di 710 Nm, mentre la Lotus Eletre R combina due motori elettrici sui due assali per un totale di 905 CV e 985 Nm e trazione integrale.

Se le velocità di punta sono abbastanza vicine  (258 km/h per Eletre ed Eletre S e 265 km/h per la versione R), la variante R è più vivace in accelerazione. Ci vogliono infatti 2,9 secondi per raggiungere lo 0-100 km/h contro i 4,5 s di Eletre ed Eletre S. Queste ultime due, invece, recuperano terreno in termini di autonomia omologata: 600 km secondo il ciclo WLTP quando la versione di punta deve accontentarsi di 490 km. In ogni caso, la capacità della batteria è enorme: 112 kWh. Basti pensare che ci vorrà qualcosa di diverso da una presa domestica per sperare di ricaricare gli accumulatori in meno di 50 ore… La soluzione sono le colonnine a carica veloce. Basterebbero infatti – in questo caso – solo 20 minuti per riempire la batteria dal 10 all’80% . Altrimenti, Lotus fornisce, come standard, un caricabatterie di bordo da 22 kW.

“Eletre” significa “prendere vita”. E infatti, la novità Lotus vuole rappresentare  “l’inizio di una nuova Era” per il marchio sportivo britannico.

Abitacolo:

Plancia e pannelli delle portiere sono realizzati in microfibra, mentre il tessuto dei sedili è il 50% più leggero di quello usato comunemente. Molto l’utilizzo del materiale riciclato. Ci sono inserti in fibra di carbonio e schermo 15” per l’impianto multimediale, schermo che si ripiega automaticamente per un uso meno intenso Le informazioni possono anche essere visualizzate al conducente tramite un display head-up con tecnologia di realtà aumentata (AR), che è di serie sull’auto.

ADAS e Sistemi di guida autonoma; tecnologia:

A livello meccanico, la Eletre dispone di equipaggiamenti e tecnologie (ruote posteriori sterzanti, controllo attivo del rollio, sospensioni pneumatiche) e sensori di ogni tipo (compreso un LIDAR per la guida autonoma di secondo livello. E’ poi fornita di tutti i sistemi di sicurezza attiva già in uso nelle berline di fascia alta: Adaptive Cruise Control (ACC); Fronte di supporto per la mitigazione delle collisioni (CMSF); Informazioni sui segnali stradali (STI); Avviso porta aperta (DOW); Avviso di traffico trasversale posteriore (RCTA); Front Cross Traffic Alert (FCTA); Assistente al cambio di corsia (LCA); Rilevamento della presenza di bambini (CPD); Assistenza al mantenimento della corsia con avviso/prevenzione di deviazione dalla corsia (LKA+); freno di stazionamento di emergenza (PEB); Supporto per la mitigazione delle collisioni posteriore (CMSR); e chiamata di soccorso di emergenza (E-Call). 

La Lotus promette uno 0-100 km/h in meno di 3 secondi e una velocità massima di 260 km/h. Prezzo di partenza  circa 120.000 €. 

Oltre ad essere il primo SUV del produttore, l’Eletre è anche il suo primo modello a 5 porte, il primo modello non propriamente sportivo e soprattutto il primo modello Lotus a non essere assemblato a Hethel, nell’est dell’Inghilterra. La produzione inizierà nel 2023  in un nuovissimo stabilimento situato in Cina a Wuhan.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: