In America la Fiat 500 chiude in anticipo la propria carriera

“In Nord America la Fiat interromperà la commercializzazione delle attuali Fiat 500 e 500e  e 500 Abarth. L’attuale listino delle Fiat 500 e 500e del 2019 rimarrà  in vigore per tutto il 2020. La Fiat continuerà a offrire il nuovo crossover compatto a trazione integrale Fiat 500X e la Fiat 124 Spider roadster  oltre alla berlina familiare compatta  Fiat 500L. ”

 

La  500 era sbarcata negli Stati Uniti nel 2011 con una grande campagna pubblicitaria, dopo i tanti consensi ottenuti in tutta Europa già dal  2007. Le vendite erano state inizialmente buone, con quasi 47.000 unità vendute nel 2012. Ma i numeri hanno iniziato subito dopo una rapida discesa e solo state di soli 1.692 auto vendute a Giugno 2019. La 500 si unisce ad altri modelli tanto acclamati, ma dalla vita piuttosto breve nel territorio USA: al Maggiolino VW, alla  Smart e all’Audi TT, segno inequivocabile di esigenze motoristiche e gusti completamente differenti.

Il motore turbo-compresso da 1,4 litri della 500 ha ottenuto un aumento di potenza da 101 a 135 cavalli. Secondo la dichiarazione di Chrysler, se si desiderassero comprare  ancora i modelli sopra citati nel corso di quest’anno e del prossimo anno, non ci saranno comunque problemi. Le auto saranno disponibili ancora, con i vari lotti, fino al 2020 con trasmissione manuale a cinque velocità.

Fiat sperava che le vendite della  500 X potessero evolversi in un vero successo, come quello (breve) della 500. Auto divertente e anche essa con uno spiccato stile personale che rimanda ai tratti inconfondibili della famiglia 500, si è presentata rinnovata e con nuove possibilità di personalizzazione anche negli USA. Il motore ora è un  turbo da 1,3 litri con ben  177 cavalli, da poter sfruttare sin dai bassi regimi.

Un propulsore che va liscio, con poche vibrazioni  L’ampia coppia è stata facilmente sfruttata e la 500X , non lo stesso si può dire della trasmissione che ha subito non poche critiche per la sua pigrizia nella modalità manuale, riscuotendone, invece di più benevole in quella sport-automatica.

Il nuovo motore ha avuto consensi per la prontezza e la risposta del turbo, meno per sterzo e sospensioni, forse troppo dirette per la clientela d’oltreoceano.

La 500 X però deve considerarsi un buon compromesso e anche negli USA ne hanno apprezzato – oltre allo stile ricercato, retrò, ma attuale. Anche gli interni, sono originali e funzionali, anche con i moderni sistemi infotainment Uconnet da 7”. Un successo a metà, che però aspetta conferme e ulteriori sviluppi. Nella versione Top di gamma si trovano tutti quegli optional di auto di lusso di categoria superiore, che ne aumentano notevolmente sia il confort, ma anche e sopratutto la qualità di guida e la sicurezza attiva.

Il Gruppo FCA, forse ha rivisto il suo piano di sviluppo commerciale in Usa. Ne ha modificato le ambizioni, lasciando però ampio spazio ad Alfa Romeo, che così come Maserati e Ferrari (anche se dissociata commercialmente da FCA) hanno ancora grande Fascino, sopratutto ora che oltre a Giulia, Stelvio arriverà a breve “Tonale”.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: