Il Gruppo Volkswagen pensa al business delle Batterie per i veicoli elettrici

Il Gruppo Volkswagen fonda una società europea (Société Européenne) per consolidare le attività lungo la catena del valore delle batterie – dalla lavorazione delle materie prime allo sviluppo di una cella unificata del Gruppo, alla gestione delle gigafactory europee.

Il campo d’azione della società includerà nuovi modelli di business basati sul riutilizzo delle batterie dismesse e sul riciclo delle preziose materie prime che queste contengono. In questo modo il Gruppo sta creando strutture efficienti e a prova di futuro per il business delle batterie, in rapida espansione. Nel quadro della propria strategia NEW AUTO, il Gruppo Volkswagen punta a diventare leader a livello globale per i veicoli elettrici. A tal fine sta ampliando le proprie attività legate alle batterie, facendone una delle sue competenze chiave.

Thomas Schmall, Membro del Consiglio di Amministrazione per la Tecnologia del Gruppo Volkswagen e CEO di Volkswagen Group Components, e quindi responsabile per batterie, ricarica ed energia oltre che per la produzione interna di componenti: “Vogliamo offrire ai nostri Clienti batterie potenti, convenienti e sostenibili, e ciò significa che dobbiamo operare in tutte le fasi della catena del valore delle batterie che sono cruciali per il successo. Ora stiamo aggregando le nostre attività a Salzgitter, con l’obiettivo di stimolare l’innovazione e, in prospettiva, assicurarci il sostegno dei migliori partner per la nostra nuova società. Già oggi a Salzgitter abbiamo un team dedicato alle batterie composto da 500 Collaboratori provenienti da 24 Paesi – e continueremo a rafforzarlo anche a livello di leadership”

Sotto la direzione di Frank Blome, Responsabile per le batterie, Soonho Ahn assumerà un ruolo di primo piano nello sviluppo delle celle. Dopo LG e Samsung, il suo ultimo incarico è stato Global Head of Battery Development in Apple. Anche Kai Alexander Müller, ora in Barclays Investment Bank, a Londra, raggiungerà Salzgitter, portando la propria vasta esperienza nei mercati dei capitali e nella ricerca azionaria.

Il Gruppo Volkswagen ha pianificato di costruire sei gigafactory in Europa a copertura della crescente domanda interna di celle batteria. La produzione a Salzgitter dovrebbe iniziare nel 2025 e riguarderà le celle unificate del Gruppo Volkswagen per il segmento di volume. Nella fase iniziale, per la fabbrica è prevista una capacità annua di 20 GWh, che dovrebbe raddoppiare, arrivando a 40 GWh, in una fase successiva. Sulla base dell’attuale pianificazione, il Gruppo Volkswagen sta investendo in modo ingente nello sviluppo della produzione di batterie a Salzgitter. Complessivamente, da qui all’inizio della produzione in serie, sono stati stanziati 2 miliardi di Euro per la costruzione e la messa in opera della gigafactory di Salzgitter.

In futuro la produzione di celle batteria a Salzgitter è destinata a impiegare più di 2.500 persone, provenienti principalmente dall’impianto di produzione di motori di Salzgitter e riqualificate per i nuovi incarichi. Alcuni di questi specialisti porteranno conoscenze utili nella costruzione della fabbrica, per esempio in contesti come pianificazione o logistica. Ove necessario, questo trasferimento di know-how sarà integrato da nuove competenze, per esempio con l’assunzione di personale dall’esterno. Il sito di Salzgitter, in Bassa Sassonia, riunirà sotto lo stesso tetto lo sviluppo, la pianificazione e il controllo della produzione, diventando così il centro di riferimento per le batterie del Gruppo Volkswagen. È prevista la costruzione di altre gigafactory in Spagna e nell’Europa dell’Est. Le location esatte delle gigafactory 3 e 4 saranno individuate nella prima metà del 2022. Il Gruppo Volkswagen intende aprire altri due stabilimenti per la produzione di celle batteria in Europa entro il 2030. Parallelamente allo sviluppo di queste cinque gigafactory da parte della nuova società europea, la start-up svedese Northvolt AB – in cui il Gruppo Volkswagen ha una partecipazione di circa il 20% – costruirà un’altra fabbrica a Skellefteå, nel nord della Svezia, dove a partire dal 2023 si produ rranno celle batteria per il segmento premium, ambito in cui Northvolt vanta già una partnership consolidata con il Gruppo Volkswagen.

Il Gruppo Volkswagen sta portando avanti l’industrializzazione della tecnologia delle batterie a tutti i livelli della catena del valore. Questa settimana, l’Azienda ha stretto due collaborazioni strategiche, rispettivamente con Umicore e 24M, nonché un accordo di fornitura a lungo termine con Vulcan Energy Resources. L’obiettivo delle partnership è supportare la produzione e l’approvvigionamento di materiali primari, nonché ottimizzare i processi produttivi per le celle batteria nelle gigafactory previste. Le partnership sono pensate per accrescere il know-how nella tecnologia delle batterie e migliorare la gestione dei costi. Il Gruppo Volkswagen sta perseguendo quella che probabilmente è la più completa strategia di elettrificazione nell’industria automobilistica a livello globale. Nei prossimi cinque anni, il Gruppo investirà circa 52 miliardi di Euro nello sviluppo e nella produzione di nuovi veicoli elettrici. La strategia NEW AUTO copre anche l’espansione di nuove aree di business – batterie, ricarica ed energia. Inoltre, il Gruppo sta lavorando a piattaforme tecnologiche dedicate che consentiranno di ottenere sinergie tra i vari Brand, tra cui la piattaforma modulare per veicoli elettrici MEB e una piattaforma SSP, la cui introduzione è prevista per il 2026.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: