Hyundai i 10 a Francoforte il nuovo modello 2020

Al Motor Show di Francoforte,  Hyundai presenterà la terza generazione della sua i10, che cerca di conciliare una maggiore dotazione tecnologica con una certa semplicità e contenimento dei costi. La ricerca e l’obiettivo è quello di proporre un prodotto che mantenga le qualità dimostrate, aggiornate e con i nuovi contenuti infotainment e di supporti ADAS richiesti dal Mercato. Novità assoluta sono:  frenata automatica di emergenza, che attraverso una camera frontale che riconosce: veicoli, pedoni e segnali stradali  ( e limiti). C’è poi il segnalatore per  il mantenimento  della corsia, dell’angolo cieco negli specchietti retrovisori esterni e per il il sistema di rilevamento della stanchezza del conducente.

La i10 nasce come  un’auto di città con un comportamento stradale di auto di categoria superiore. Anche nelle medie percorrenze extraurbane non teme nulla se non un certo affanno nella cilindrata minore. Buoni i consumi e anche le prestazioni (1.2). Un’ottima tenuta di strada in ogni occasione, cambio e sterzo precisi e ammortizzatori che assorbono molto bene. In più quattro freni a disco e tante dotazioni, con un prezzo concorrenziale. La Hyundai offre la garanzia di cinque anni – non poco.

Nel settore Medio-piccole, ci sono produttori si stanno defilando, per margini di guadagno ormai ridotti ai minimi storici. Altri invece rimangono ben  saldi ad un settore che guarda con sempre maggiore interesse all’elettrico (come Smart).

Le vetture sud Coreane invece, insieme a Kia e altri produttori giapponesi, ci credono ancora. Ecco quindi la nuova generazione – la terza della  i10.

Al Motor Show di Francoforte , e con i soli motori termici sotto il cofano la vedremo nella nuova versione estetica – più elegante e ricercata, ma anche più razionale in alcune soluzioni.

Sempre due i motori a benzina già presenti nel modello attuale: un tre cilindri 1,0 da 67 CV e un quattro cilindri 1,2 da 84 CV, con cambio manuale a cinque marce, in alternativa, con un cambio robotizzato sempre a cinque marce. Arriverà in un secondo momento anche una variante a gpl, piccolo tre cilindri 1.0.

Un touchscreen da 8 pollici

Nuovi anche gli interni, molto più ricercati e completi, nuovo l’immancabile schermo touch da 8” per il controllo di molte funzioni  attive o secondarie, sistema compatibile con  Android Auto e Apple CarPlay e con diversi servizi connessi. Sono inoltre disponibili nuove funzioni automatiche per luci , tergicristalli,  la ricarica wireless per gli smartphones, la telecamera posteriore con i sensori di parcheggio.

Per quanto riguarda la carrozzeria, come la plancia, è totalmente rivista e tecnologicamente avanzata.  La nuova carrozzeria rimane nelle misure note e cioè 3,67 metri, con il passo  di 2,42 metri è di 2 cm più bassa e altrettanti 2 cm più larga, mentre l’apertura del vano bagagli, ha ora la soglia di carico più bassa ed accessibile. La nuova versione prevede anche la tinta bi-colore.

Molto bella, piena di contenuti interessanti è un’auto destinata ad un sicuro successo. Hyundai ha dimostrato da tempo ormai, d’essere un marchio affidabile e di spessore per qualità e rifiniture. La i10 (2 serie), in particolare, segnò l’inizio di un cambiamento tutt’ora in fase di sviluppo in termini di tecnologia e rifiniture. Ci sono anche in questa piccola, dei richiami al brand (come il frontale) per confermare un certo Family Feeling.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: