Ford Focus 2018, prime notizie utili

La Ford Focus così come la conosciamo è un’auto moderna, affidabile e con contenuti tecnici e supporti alla guida di ultima generazione. Ha tutti i sistemi di multimedialità che ormai sono richiesti dagli utenti e dal punto di vista della sicurezza attiva e passiva è ancora molto valida. Il tempo però non perdona. Inevitabilmente i canoni stilistici mutano e anche il gusto e le richieste degli automobilisti e anche di chi vive l’auto. Le ultime tendenze poi, hanno portato dapprima ad un down-size motoristico, ora in parte mitigato con l’incremento delle potenze su cilindrate consone a vetture medie grazie a  turbocompressori di ultima generazione. Telaisticamente si sfrutta l’idea di differenziare lo spessore delle lamiere nei punti nevralgici per la sicurezza passiva e alleggerendo dove statisticamente  si subiscono minori urti. L’uso dei differenti materiali – anche per pianali e telai, oltre alla carrozzeria genera un alleggerimento complessivo anche di 60/100 kg, in alcuni modelli nel passaggio di generazione. Ciò a tutto vantaggio dei consumi. Le nuove auto poi sono sempre più interconnesse. La multimedialità e la possibilità di comunicare sono da sempre un vanto della casa Tedesco/Americana che con  il suo SYNC 2  è stata tra le prime ad offrire un servizio di supporto esterno, localizzazione e soccorso. Lo sviluppo ha reso tale piattaforma il riferimento per tutti i costruttori. Come tutti i sistemi, l’evoluzione è inarrestabile e la nuova generazione offrirà ancora di più.

Nella Nuova Ford Focus 2018 ci saranno delle nuove unità propulsive. Molte saranno le conferme, e sicuramente già il telaio, ma tutta l’auto è studiata per le posizionare le batterie della versione con motore elettrico. Nuovi motori si,  ma anche nuove trasmissioni. In Europa si stanno imponendo le trasmissioni automatiche. finalmente s’è capito che guidare non è saper cambiare la marcia. I nuovi sistemi assicurano anche fluidità, silenziosità ma anche consumi minori.

Stilisticamente la Media di Casa Ford segnerà un punto di rottura con l’attuale prodotto. Ci saranno tratti che andranno dalle linee più muscolose della parte posteriore, ad una porzione anteriore molto snella e filante e un corpo classico. In sostanza, dalle poche immagini rubate si nota un giro porta più tradizionale rispetto al passato, senza forse più la terza luce, che diventerà parte dello sportello posteriore. Il lunotto posteriore sarà sicuramente meno inclinato, a tutto vantaggio dell’abitabilità e del bagagliaio. Non avremo più ne le classiche luci verticali delle prime due generazioni focus, ne quelle a zampe di papera dell’ultima. Probabilmente saranno, come è diventata moda ultimamente , sdoppiate e su diversi livelli, ma a sviluppo orizzontale. Sempre dalle immagini, malgrado le camuffature, sembra che la linea di cintura sia più bassa, per dare più luce all’abitacolo, ma con un andamento che si innalza verso il posteriore.

C’è parecchia Fiesta. Gli sportelli potrebbero incorporare una nuova nervatura e protezioni laterali così da dare un nuovo andamento originale all’insieme. La Ford Focus deve rappresentare il nuovo e l’innovazione. Mi aspetto molte novità su sospensioni, sistemi sterzanti e assistenza alla guida attiva. In ogni caso vi aggiorneremo, senza farci sfuggire ogni anteprima possibile da mostrare e raccontare.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: