Eicma, un’edizione da record per il Salone della moto

Grandi numeri per l’edizione numero 75 di Eicma, il salone milanese della moto che, ormai per definizione, è la fiera più longeva per gli appassionati delle due ruote a motore e che ha raccolto per una settimana il meglio delle novità provenienti da questo dinamico settore.

I numeri di Eicma 2017

Salone delle due ruote Eicma 2017L’Esposizione Internazionale dedicata a cicli, motocicli e accessoristica aveva già dato in anticipo segnali di successo: innanzitutto, la grande partecipazione degli espositori (arrivati a 1626 unità, provenienti per il 60 cento dall’estero e rappresentanti di 40 diversi Paesi del mondo) aveva convinto gli organizzatori ad aumentare lo spazio della kermesse, ormai arrivato a 280 mila metri quadri e con un intero padiglione in più. Benissimo anche la prevendita online, che ha fatto segnare un aumento del 57 per cento di biglietti venduti rispetto all’anno scorso.

150 anteprime mondiali

Il motivo di questo interesse sta in altri numeri, a cominciare dalle 150 anteprime mondiali del comparto moto presentate a Milano in occasione di Eicma 2017, che ancora una volta si conferma come luogo preferito da grandi costruttori e realtà più dinamiche per mettere in vetrina il presente e soprattutto il futuro delle due ruote. E proprio su quello che ci aspetta nel medio e lungo termine è stato uno degli argomenti centrali del Salone, con tanta attenzione rivolta a innovazione e mobilità elettrica.

Ultime tendenze e sguardi al futuro

Tanti segni più che denotano sia l’attenzione (appunto crescente) verso un settore che sta riuscendo a rinnovarsi anno dopo anno, sia la capacità che lo stesso Salone ha di intercettare le ultime tendenze, aprendosi non solo agli appassionati delle due ruote, ma anche a chi vuole dare uno sguardo in anticipo a quelli che sono gli scenari prossimi della mobilità o, più nello specifico, ai prodotti, alle soluzioni e ai servizi che possono essere adottati in termini pratici.

Attenzione all’aftermarket moto

Anche l’aftermarket infatti brilla nel corso di Eicma, e non potrebbe essere altrimenti: anche il fatturato di questo mercato cresce con costanza, con la diffusione anche delle vendite online grazie all’attività di portali come OmniaRacing.net, che hanno reso più semplice la conoscenza e l’acquisto di accessori per la moto anche al pubblico e agli utenti meno esperti. Non a caso, gli organizzatori della manifestazione hanno pensato a uno spazio esterno alla Fiera di Rho, portando all’East Market di zona Lambrate uno speciale “angolo” in cui circa un centinaio di “customizzatori” hanno dato prova delle proprie capacità, intervenendo per rivisitare abilità e creatività i modelli di base.

I modelli più apprezzati

Comunque sia, a rapire gli occhi dei visitatori del Salone di Milano sono state, naturalmente, le grandi anteprime delle principali case del mondo delle due ruote, e nella fattispecie basta citare la Ducati Multistrada 1260, completamente rinnovata dal punto di vista di estetica, ciclistica e motore, e la sua “sorella” Panigale V4, la prima pluricilindrica prodotta dalla casa di Borgo Panigale; la risposta giapponese non si è fatta attendere, con la Yamaha MT-O7 Ténéré, così come pronte sono arrivate le mosse di altri competitor, come la BMW S1000RR e la KTM 790 Adventure. Interessante anche la proposta di modelli cittadini, dove ha brillato la Ducati Scrambler in versione motore 1100 e, soprattutto, la nuova Vespa in versione elettrica, una variante che promette di scombussolare il mercato a partire dal prossimo anno.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: