Due Assi in casa Renault, Mégane Sporter e nuova Koleos per un rilancio in Grande

sporter2

Della Mégane non abbiamo parlato molto se non al momento del lancio. In effetti in Italia non se ne sono viste ancora molte in giro. Tutto sommato, pur essendo un auto completamente nuova nella linea non ha apportato quel brio tipicamente Renault, capace di rompere gli schemi. Da sempre la Casa della Règie ci ha abituato a novità interessanti sotto tutti i punti di vista. Ad esempio la Scenic è qualcosa di completamente nuovo. Pur basandosi sulla medesima meccanica, Scénic ha dato un vero svecchiamento alla linea della precedente (più tradizionale vettura, X-Mod). La Scenic IV è una vera monovolume con tratti che ricordano al contempo gli andamenti dei Crossover (ma ha molto della Captur). L’ho vista e provata, ma devo ammettere ho riscontrato diverse perplessità di cui vi parlerò più ampiamente in un prossimo articolo. E’ un’auto di rottura che forse è stata creata per definire meglio e differentemente, gli spazi, all’interno della gamma Renault.

Oggi però mi concentrerò a illustrare due altri modelli di questa Casa Automobilistica che attireranno sicuramente un gran numero di clienti. Due prodotti completamente diversi, per diverse clientele: La Mégane Sporter e la Koleos 2017.

Una versione molto interessante della nuova Mégane secondo me è la Sporter. Una station wagon che unisce praticità e sportività in un connubio molto ben riuscito. Come per la Clio, la Renault si dimostra assai capace nell’elaborare un progetto in veste station.

La Sporter parte da una configurazione base, Life, di cilindrata 1.2 Tce da 100 Cv con cambio manuale a 6M. Il modello di punta – in genere per questo marchio – è da sempre l’unità 1.5 dCi da 110 Cv. Unità particolarmente elastica ed economica  dal punto di vista dei consumi. Il cambio può essere 6M manuale oppure 7 M sequenziale. Tra le unità disponibili ci sono poi le unità sovralimentate  1.6 dCi da 130 Cv e 165 Cv (GT). Nell’ambito della motorizzazione 130 Cv in allestimento  Intense, sono previste opzioni 2multisense” della guida. Eco/Confort/Neutral/Sport. Il Top della gamma è l’allestimento GT con un propulsore 1.6 Turbo da ben 205 Cv. dotata, come la berlina del “4Control” cioè con l’innovativo retrotreno sterzante che funziona, alle basse velocità (sotto i 60 km/h), con la sterzata delle ruote posteriori, in senso opposto rispetto a quelle anteriori, mentre oltre i 60 km/h la sterzata delle ruote posteriori è effettuata nello stesso senso di quelle anteriori per migliorare la stabilità e la tenuta.

sporter7

Altra novità di casa Renault, che non potrà non essere un successo, è la nuova Koleos. Della precedente versione mantiene solo il nome. Nuova la piattaforma, frutto dell’accordo tecnico-commerciale con Nissan. Le misure sono aumentate arrivando a 467 cm di lunghezza, con un passo di 271 cm per una migliore abitabilità (supportata da nuovi sistemi flessibili per migliorarne lo sfruttamento degli spazi).  La linea generale si scosta completamente dal genere che si era provato a percorrere nella precedente versione, che voleva comunque seguire un personalissimo andamento controcorrente (che non ha certo pagato). Oggi viene proposto un Crossover moderno, più simile nelle linee più  conformi e sobrie per un po’ tutti i comparti. Nulla di stravolgente nè particolarmente originale, ma una forte sensazione di robustezza e grande comodità a bordo.

Renault-Koleos-2016-e1461224583667

Il frontale riprende l’andamento visto su Mégane e Talisman, riceve una griglia più ampia con un logo più prominente Renault, affiancata da fari  e luci di marcia con LED diurni. L’estetica generale è molto più slanciata e al contempo più equilibrata. Lo stile sembra voler catturare l’attenzione di chi si è sempre rivolto a prodotti teutonici. La nuova Renault Koleos forte dell’esperienza maturata anche col marchio Nissan ha acquisito negli anni la giusta esperienza per poter proporre un Crossover  di gamma media-alta. L’estetica convince. La qualità percepita anche.

La  Koleos offre ora molto spazio interno,  ai vertici della categoria,  spazio apprezzabile sopratutto ai posti dietro ora molto più ampi. Considerevole il bagagliaio, il cui vano parte da 542 lt, per arrivare a 1690. A livello meccanico ritroviamo la ALL MODE 4×4 con la possibilità di utilizzo della sola trazione anteriore.

All’interno, nella versione Initiale  Paris troviamo i sedili in pelle Nappa, morbidissima e profumata. Nella plancia c’è il nuovo sistema di infotainment R-Link 2, con display da 8.7” che  fornisce l’accesso ai controlli audio (impianto Bose con 13 altoparlanti), Navigazione e Telefono. Altre caratteristiche tecnologiche di nuova introduzione includono frenata automatica di emergenza,  sistema di avviso per cambio corsia, il sistema di rilevamento della stanchezza per chi guida, i sensori per la segnalazione dell’imminente sorpasso (nel punto cieco), C’è l’Easy Park Assist per l’assistenza nei parcheggi, il Vision System che garantisce grazie ad una telecamera attiva riconosce la segnaletica, avvisa in caso di superamento della linea di carregiata e attiva i fari automaticamente passando da anabaglianti ad abbaglianti e viceversa.

kole1

Motori: 2.0 e 2.5 Lt.(quest’ultimo di derivazione Nissan) a benzina e 2.0 dCi da 175 Cv. La trasmissione prevede un cambio meccanico manuale a 6 rapporti e un Cvt a variazione continua.

albero

Ne riparleremo nel 2017. Buone Feste

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: