Auto a km 0: perché sono davvero convenienti?

Acquistare una vettura a chilometri 0 può rivelarsi una mossa astuta per chi deve stare attento al portafoglio. Infatti, queste automobili si distinguono dalle nuove soprattutto per il prezzo più contenuto. Non a caso negli ultimi anni sono diventate un vero e proprio punto di riferimento per gli automobilisti che non vogliono ricorrere all’usato, ma che desiderano comunque risparmiare il più possibile.

Ma di che cosa si tratta esattamente? Le auto a km 0 non sono altro che delle macchine già immatricolate e targate, di solito dal concessionario, che vengono impiegate soprattutto per le esposizioni nei saloni o per attuare prove su strada per scopi pubblicitari. Di fatto, una automobile viene detta a km 0 quando il contachilometri segna meno di 100 chilometri al momento della vendita.

Non molti sanno che il motivo principale per cui le concessionarie hanno a disposizione auto a chilometro 0 è soprattutto di tipo commerciale. Infatti, le case automobilistiche impongono degli specifici budget di vendita ai concessionari che, nella maggior parte dei casi, si dimostrano difficili da rispettare. Per arrivare, quindi, all’obiettivo, che permette ai venditori di usufruire di significativi bonus economici, può essere utile immatricolare alcune vetture, che vengono rivendute agli autosaloni ad un prezzo inferiore rispetto al nuovo.

Le auto a km 0 più ricercate dai Italiani

Negli ultimi anni sempre più Italiani si sono dimostrati interessati all’acquisto di vetture a km 0, poiché, come vedremo in seguito, assicurano numerosi vantaggi. Ma quali sono le macchine con meno di 100 chilometri all’attivo che attirano maggiormente gli abitanti dello Stivale?

Secondo le ultime stime molto apprezzate sono le Fiat. Del resto questo importante marchio automobilistico italiano è riuscito a farsi strada grazie alla riproposizione di modelli all’avanguardia, ma soprattutto ricercati nel design.

Di recente, inoltre, c’è stata una ripresa delle curve armoniche e morbide, tipiche delle carrozzerie degli anni ’50 e ’70. Non a caso molto richieste sono la Fiat 500, anche nelle nuove versioni 500L e 500X, nonché la Fiat Panda e la Fiat Punto. Di fatto, acquistare una Fiat a km 0 è un’ottima idea per chi vuole disporre di una vettura garantita ed accessibile ad un buon prezzo.

Tutti i vantaggi per i compratori e per i venditori

Le auto a km 0 rappresentano un vantaggio sia per i compratori che per i venditori. I primi hanno la possibilità di acquistare una vettura praticamente nuova, ma ad un prezzo scontato. Alcune automobili, infatti, possono arrivare addirittura a costare anche il 20-25% in meno.

Inoltre la disponibilità è immediata, poiché si tratta di auto già immatricolate, e la garanzia, per legge, non può essere inferiore a 12 mesi. Non bisogna dimenticare poi che di solito le concessionarie cercano di immatricolare le vetture che dispongono di allestimenti completi e degli optional più richiesti dalla clientela, in modo da favorire la vendita.

Per i venditori, invece, disporre di auto con meno di 100 chilometri all’attivo vuol dire riuscire a raggiungere il budget di vendita imposto dalla casa madre, che comporta una serie di benefit economici. A ciò si aggiunge anche la possibilità di eliminare le giacenze, che occupano spazio nel magazzino, e di attirare nuovi clienti, nella speranza che si fidelizzino.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: