Active Tourer 2 – Si rinnova il Monovolume BMW

BMW rinnova la sua Monovolume Serie 2 Active Tourer.  Un’auto che al momento del debutto segnò una rivoluzione del Marchio Bavarese. Una rottura che si è poi andando concretizzando nella successiva X1 e Serie 1 e che ancora porterà a sostanziali mutazioni della filosofia e della concezione dell’auto Made in BMW. Non si tratta solo di portare la trazione dall’Asse posteriore a quello anteriore, ma motore trasversale e il tutto avanti hanno – di fatto, ripudiato la concezione stessa che la Casa Tedesca ha sempre rivendicato. Tutto è mutato a favore di razionalità, abitabilità e sicurezza.

Cambia molto per stile, per andamento del design generale. La precedente versione – se la si confronta – anche se ancora molto bella, diventa immediatamente più vecchia. Nella parte posteriore, dalla terza luce in poi, cambia tutto. Dentro è rivoluzione digitale.

Seppure quello delle monovolume sembrerebbe essere un segmento in fase di esaurimento, BMW ha voluto crederci ancora. Insieme alla Renault e pochi altri Brand, propone la sua interpretazione per questo segmento e per questo tipo di autovettura. Active Tourer, una delle poche vetture (che non siano veri e propri Van) razionali e con l’intenzione di offrire, in tipico stile BMW, un’auto moderna e pratica. Una monovolume compatta e ricca di tante rifiniture e sistemi di sicurezza di guida attivi e passivi.  Una scommessa forse, in un mondo di Crossover e SUV .

Le misure non cambiano molto : lunghezza  437 cm e passo invariato, così come altezza 158 cm e larghezza di 182 cm -Esteticamente cambia il Cofano motore, più alto, ma che meglio si raccorda con il padiglione, lo stesso è attraversato dalle tipiche nervature che scendono alle due enormi calandre “a doppio rene”, ormai sempre più grandi (anche troppo) ma distintive del Marchio.  I fari sono ora più sottili e sfuggenti, con gli immancabili disegni a led.

L’auto ha avuto un vero e proprio restyling generale e praticamente della precedente serie non è rimasto quasi più nulla.

L’andamento della carrozzeria propone  finestrini più ampi e maniglie  a scomparsa. Di diverso disegno (tipo seri 3 e 5 ) i fanali posteriori, più sottili ma più evidenti. I cerchi in lega sono da 16” o 17”. E’ disponibile al momento del lancio nella versione  “Luxury Line” o come “M Sport (e cerchi da 19”)”,

Dentro cambia tutto:

Nell’abitacolo, invece, non possiamo accusare BMW di non aver cambiato lo stile. Il nuovo Active Tourer riprende il cruscotto della recente iX . C’è un po’ di freschezza nello stile degli  interni sicuramente più moderni, luminosi ergonomici, ma con un po’ di “Dejavu”. Ormai i pannelli LCD hanno surclassato la strumentazione tradizionale.Nulla di originale insomma: dotazione digitale con strumentazione di bordo da 10,25” e touch screen multimediale da 10,7”. Non manca l’ iDrive, con un comando originale che può ripetere quanto si fa sul pannello touch.

Benzina, diesel e plug-in

Disponibile in quattro versioni. C’è anche la versione mild hybrid 48 V nella 223i e nella 220i. La 223i ha una potenza di 218 CV (motore termico da 204 CV + Motore elettrico 19 CV), mentre la 220i, con il tre cilindri 1.5 e 280 Nm, sviluppa 170 CV (motore termico da 156 CV+ motore elettrico da 19 CV).

Il motore a benzina è un 3 cilindri 1.5 con una potenza di 136 CV e 230 Nm di coppia, e presenta un nuovo processo di combustione e un sistema a doppia iniezione, mentre la variante diesel che equipaggia la 218d Active Tourer è un 4 cilindri 2.0 con pistoni a basso attrito e una sovralimentazione a due stadi e una potenza di 150 CV. Tutti i modelli sono disponibili di serie con l’ultima generazione del cambio a doppia frizione Steptronic a sette rapporti.

La prossima estate arriveranno due versioni ibride plug-in. La loro potenza sarà distribuita tra 245 e 326 CV per un’autonomia completamente elettrica promessa di 80 km. Una cosa è certa, saranno gli unici a ricevere la trazione integrale, grazie al loro motore installato sull’asse posteriore . Tutti i motori ricevono immediatamente il cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti. Dimenticatevi invece la variante Gran Tourer a 7 posti, cancellata a causa di una distribuzione davvero riservata.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: