500x L’Auto Mix

2015-03-07 13.14.29Fiat 500x 1.4 Multiair Cross- (4×2)

2015-03-07 17.21.29Appena la vedi pensi sia Sensuale. Un’auto femminile. Poi ci sali è l’idea che ne trai è che si tratti di una sportiva. Poi accendi il motore,  avevamo il 1.4 Multiair Turbo da 140 CV a trazione anteriore, e ti accorgi che può diventare davvero molto Divertente.

E’ un’auto moderna. Un MIX di Crossover, con la compattezza e forme da Coupé.

Non è piccolissima, è infatti lunga 4.27, una misura che la puoi quasi far avvicinare ad auto medie che misurano sui 4.30-435 (del tipo Golf/Focus).

Dentro però è piccola, rispetto alle misure esterne. Molto accogliente con i suoi sedili ben conformati, ottima tenuta laterale e lombare, poggiatesta specifico della serie 500, bassi però a terra e con le rotaie di scorrimento troppo a vista. Il padiglione è basso conferendogli un andamento – come già accennato – da Coupé. D’altronde le forme che riprende della cinquecento pompata, quelle sono. Però tutto è molto  “pieno” dentro. La plancia è bella ma invade l’abitacolo, sporgendosi verso il guidatore.

pizap.com14260761644971

Non è una critica, dà la sensazione di voler essere tutto proteso verso gli occupanti, come ad ovattare e creare un ambiente molto particolare. E’ completamente diversa dalla sorella “Renegade”. Gli occupanti dietro non possono essere più di due e nemmeno troppo alti (anche per accedervi, in considerazione del montante molto inclinato). Grande invece e ben conformato e rivestito il bagagliaio. Gli sportelli sono molto spessi, dando proprio una bella sensazione di robustezza. L’interno è ricercato e ben realizzato. Ci sono forme inusuali tra maniglia e comandi della chiusura porte/vetri, vetri elettrici e specchi retrovisori esterni. La maniglia per tirare la portiera anteriore (a chiudere) forse meritava una definizione migliore. Si prende in un punto leggermente obliquo  non proprio comodo e a diretto contatto col rivestimento, che col tempo, essendo morbido, si potrebbe rovinare. Molto bella invece, la leva d’apertura porta. La plastica generale è all’altezza del ruolo che tale vettura vuole andare ad occupare. Così anche le rifiniture, gomme e guarnizioni. L’insonorizzazione al giro-porte è efficace. I rumori restano fuori. Rumori in quest’auto proprio non ce ne sono. Stiamo parlando di una Fiat, un brand che fino a pochi anni fa aveva spesso e volentieri dovuto ricevere critiche su assemblaggi, plance, rumorosità interne, rifiniture. Il lavoro svolto dal giro di boa – che possiamo far corrispondere più o meno alla nascita della nuova 500 e che ha riguardato tutti i modelli del nuovo corso FCA – si vedono.

pizap.com14260788858771

Nella Plancia ritroviamo le linee guida seguite all’interno delle vetture del marchio. Un quadro strumenti chiaro, ben leggibile con al centro un display multifunzione personalizzabile, che permette di avere sotto controllo tutti i parametri della vettura e il funzionamento e la personalizzazione di componenti. Al centro della plancia c’è lo schermo multifunzione da 5” che (nel nostro allestimento) svolgeva la funzione di Radio/HiFi, Connessione per lo Smartphone e quindi uso del cellulare in viva-voce, oppure il sistema Bluetooth.

Il tutto è annegato nella linea orizzontale del colore della carrozzeria, come le altre 500 e come fece per prima, qualche anno fa, proprio un’altra Fiat: la bellissima e rimpianta Coupé (deve essere piaciuta, anche la nuova Suzuki Vitara ha copiato l’idea). L’impianto di condizionamento è chiaro e ben leggibile. E’ il medesimo di altri modelli del Gruppo FCA. C’era il climatizzatore bi-zona, anche molto potente, ma altrettanto silenzioso. Le bocchette d’areazione, sono semplici e robuste e hanno una buona portata d’aria. Belli i doppi vani sulla dx, belli e comodi. Sul tunnel del bracciolo e freno di stazionamento abbiamo detto. Per i sedili posteriori ho trovato un poco scomode le cinture di sicurezza. Per il resto, ogni particolare è stato ricontrollato, smorzato nei possibili rumori o cattivo assemblaggio.

pizap.com14260770678741

Grazie al Motor Village di viale Manzoni, l’auto provata sabato 7 marzo, possiamo senz’altro dire sia una bella vettura. Molto ricercata nell’aspetto esterno. I richiami al passato sono vezzi. La sostanza è fatta d’altro ed è sotto pelle. La meccanica è solida. Il comfort elevato e così pure le dotazioni di serie. Fuori c’è tutto ciò che ha reso l’auto tra le più amate del segmento con molti affinamenti, sia per il nuovo ruolo che si va a ricoprire (scocca autoportante rialzata, tarature sospensioni) Non adatta, probabilmente ad una famiglia (la  500L è sicuramente più appropriata, e non solo per il bagagliaio). E’ una vettura compatta, che sprigiona già dalle linee la sensazione di ciò che vuole trasmettere.

Le ruota poste agli estremi, l’altezza relativamente bassa del complesso vettura, gli pneumatici generosi che la rialzano comunque da terra rispetto alle vetture ordinarie, la rendono un Mix di forme e contenuti inusuali.  Gli ammortizzatori non troppo morbidi, ma silenziosi,  la fanno stare incollata a terra. Nel misto è davvero impressionante, in quarta marcia si affrontano (modalità sport) saliscendi e curve senza la minima esitazione né comportamentale, né di vuoti nel  propulsore. Anche a velocità ridotte il 1.4 Turbo riprende progressivamente e va su con relativa velocità. Il cambio è davvero preciso e la frizione leggera. La leva l’ho trovata troppo arretrata. Per trovare la giusta distanza rispetto al mio avambraccio e al gomito poggiato sul bracciolo centrale (troppo alto se non alzavo il sedile), ho dovuto arretrare comunque lo schienale, visto che il sedile era già al massimo (io sono alto 1.80 cm).

Quel pomello sferico così liscio è grosso è proprio fastidioso, e stona con la sportività di tutto il resto, anche della cuffia alla base dello stesso comando. Lo sterzo appena un po’ impreciso lavora egregiamente secondo le impostazioni  opzionabili con la rotella “Traction Plus” diventa più duro selezionando Sport e più morbido per un uso Auto, in città.

C’è un dispositivo al quale non avevo dato la giusta importanza. Però  adesso ho capito quanto invece sia rilevante e spero che nei prossimi anni – così come è stato per ABS, ESP, Servosterzo divenga sempre più diffuso. E’ il controllo del superamento della linea laterale della carreggiata “Lane Assit” .

Pensavo fosse il semplice avviso visivo lampeggiante e sonoro, invece sabato percorrendo la via Aurelia, di ritorno verso Roma, l’ho azionato e volutamente mi sono scostato verso destra fino  al superamento di predetta linea. Immediatamente ho sentito sullo sterzo – lampeggiamento a parte (che farei anche sonoro) una lieve contrasto, delicata e consistente che mi induceva a tornare in  traiettoria.

Davvero una bella pensata, che si sposa bene al concetto di sicurezza e di supporto alla guida. In un attimo di distrazione può essere davvero uno strumento importante.

IMG-20150307-WA0025

Tornando alla nostra prova su strada, una menzione particolare al propulsore montato su questo veicolo.

Un’unità davvero potente e che non consuma neppure troppo. 140 CV che si sentono quando servono, ma restano docili e sommessi nell’utilizzo ordinario.  Nella guida in città certamente il cambio automatico è qualcosa che dovrebbe essere maggiormente diffuso e proposto quale dotazione di serie (come in America) e lasciare il vecchio manuale quale optional (invece è  a richiesta proprio il sei marce automatico a doppia frizione). Gli innesti sono comunque morbidi e precisi e la frizione non pesa affatto.

L’impianto frenante, in città, mi è sembrato un po’ lento nella risposta, non spugnoso nel comando ma quasi poco reattivo. In velocità, al contrario la modularità era decisamente migliore, con spazi contenuti. A proposito di freni, la 500X adotta, come ormai la maggior parte dei modelli di fascia, il freno di stazionamento elettrico. E’ sicuramente un’ulteriore apprezzabile ingrediente verso la sicurezza. Allo spegnimento della vettura, l’inserimento automatico è davvero comodo. In partenza, invece, al contrario di altri modelli concorrenti, non si disinserisce automaticamente, ma bisogna premere il pedale del freno per poi toglierlo. Un po’ macchinoso, ma è una questione di abitudine. Sempre di abitudini  differenti ho trovato, l’uso della funzione start & stop, che nel modello Fiat, mi ha lasciato un paio di volte al palo, perché se non spingevo a fondo la frizione l’auto non s’accendeva e ripartiva. Sono solo abitudini differenti di guida che si devono acquisire, che possono anche avere giustificazioni riconducibili (per il freno di stazionamento) ad una maggior sicurezza attiva.

2015-03-07 16.04.57

Il giro che abbiamo fatto ci ha portato dapprima al Mare, presso Marina di San Nicola, luogo di vacanza per molti Romani. Al 34 Km della via Aurelia, immersa nel verde, tale località è diventata famosa per le sue ville e per la sua tranquillità.  Oasi di pace, molto curata e con uno splendido lungomare. posto ideale per i bambini, Marina di San Nicola è anche sito Archeologico, Qui si possono trovare  ancora evidenti le tracce dei  Resti relativi ad una villa romana, presumibilmente  di Pompeo Magno, e ruderi anche sottomarini, di quella che doveva essere l’antica città di Alsium.  Abbiamo fatto una piccola sosta per un caffè e qualche foto, e siamo ripartiti in direzione Cerveteri. Tale località è nota per la presenza delle famose tombe Etrusche. Anche qui abbiamo visitato il Centro della cittadina e pranzato in un ottimo ristorantino proprio in Centro, al. “Mille800, la stazione del Gusto”. Cose semplici, ben presentate e al giusto prezzo, tutto accompagnato dal vino locale. Le vigne infatti sono ancora ben presenti nelle zone circostanti, come anche la coltivazione degli ulivi che si sta diffondendo in tutte le terre. Abbiamo visto zone, un tempo frutteti, riconvertite. Invece, ciò che ancora è fiorente e che ben presto avrà la sua giusta festa è il Carciofo. IMG-20150308-WA0004A breve a Ladispoli, ci sarà la Sagra del Carciofo, che avvicina e richiama tante persone ogni anno ad assaporare il gusto unico del famoso prodotto locale.  Da Cerveteri ci siamo infine spostati al Borgo Medioevale di Ceri. Li, dopo l’attesa al semaforo che determina la circolazione a sensi alternati, siamo saliti tra le antiche mura fino alla piazzetta Centrale, abbiamo fatto qualche foto e preso un caldo caffè e ripartiti alla volta di Roma. Un piccolo giro, tra strade a volte strette, altre a scorrimento veloce, come un qualsiasi week end… ma con un gran bel “giocattolo tra le mani”.

pizap.com14260783440002

Il modello da noi testato  era dotato di molti sistemi di sicurezza attiva: Oltre ai Pneumatici con una generosa impronta a terra (215/55 R17). La 500X monta di serie 6 airbag (anteriori a tendina e laterali).  La vettura ha quattro freni a disco (ant. autoventilati), ABS-, Hill Holder (anti arretramento), luci diurne, fendinebbia con funzione cornering, ESC (controllo della stabilità). Lane Assist (sistema di avviso di uscita dalla corsia) e il Blind Spot Assist (nei cambi di corsia per ovviare agli angoli ciechi sugli specchi retrovisori esterni). A richiesta, inoltre, è possibile equipaggiare la propria 500X con la nuova telecamera posteriore per retromarcia Park View e il sistema “Brake Control” (sistema di frenata assistita). Privacy Glass -Vetri oscurati posteriori. Il Traction Plus, che, sfruttando i sensori dell’Esp, frena la ruota motrice che tende a slittare, trasferendo più coppia a quella con maggior aderenza (simulando, in pratica, l’effetto di un differenziale autobloccante).

Misure: Lung. 427 – Largh. 180 – Altez. 161 Passo 257 – Bagagliaio 360Lt/1000Lt – Peso 1870Kg.

Prezzo: Parte da € 22.900.

Allestimento CROSS: il look è quello più estremo dell’off-road: l’allestimento comprende paraurti più sporgenti ma alti a  protezione e per migliorare l’angolo d’attacco. La, trazione è  anteriore con  Traction Plus (la versione da 170 CV può essere integrale). I cerchi in lega sono da 17″  e  scarico  è cromato. La dotazione comprende climatizzatore manuale, Uconnect 5″ Radio, Mood Selector, fendinebbia, calotte retrovisori (elettrici e riscaldati) in tinta carrozzeria, vetri oscurati e volante multifunzione con inserti in “tecno-pelle”.

pizap.com14260792492791Motor

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: