Letture per la quarantena: I Nemici della Repubblica

repubblica

Continuano i consigli su cosa leggere durante queste lunghe giornate di isolamento. L’ultima volta il tip era stato accompagnare alla visione di una serie incredibile come Dr. House la letture di un libro sulla sua etica, La Filosofia del Dr. House, appunto. Oggi il consiglio è orientato sulla storia: I Nemici della Repubblica, di Vladimiro Satta.

Un libro dalle dimensioni importanti ed impegnative, un “mattone” di quasi mille pagine da digerire rigorosamente a piccole dosi.

Per chi è meno avvezzo e meno pratico di lettura, questo libro potrebbe occupare tranquillamente tutto il tempo residuo di quarantena, che sia il 3 maggio la scadenza ultima o meno.

Satta, in I Nemici della Repubblica, ripercorre i duri e lunghi anni successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiali, in cui l’ordine pubblico e la sicurezza nazionale del nostro paese sono stati messi in serio pericolo dall’emergere di forti contrasti politici.

Dalla Strage di Portella della Ginestra alla morte dell’autore, il “bandito” Giuliano, la misteriosa scomparsa di Emanuela Orlandi, le stragi, il sequestro Moro e la tetra connessione tra l’eversione nera e la Banda della Magliana.

Tutti misteri mai chiariti, su cui la storiografia ha per il momento formulato solo ipotesi. Anche la giustizia ha risolto solo parzialmente i vari nodi che si erano posti. Ad esempio, le condanne inflitte ai responsabili della Strage di Bologna sono state criticate da più parti, in quanto non considererebbero sufficientemente il ruolo dei mandanti.

Uno squarcio interessante su un periodo storico, di cui la generazione di chi scrive, la “Generazione Zeta”, detti anche “Zoomer” nel linguaggio di Internet, ha sentito solo racconti. Nonostante l’impostazione dell’opera sia assolutamente tendente alla saggistica, spesso la storia supera la fantasia, ne giova la ritmicità, che sembra essere quella di un romanzo decisamente incalzante.

Probabilmente una lettura non alla portata di tutti, per chi invece ama la storia, un libro che, nonostante presenti tesi spesso contrarie alla storiografia “mainstream”, merita per avere una diversa visione sul mondo.

Link: Amazon

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: