Il Molise esiste e produce un olio regale!

Se vi siete chiesti almeno una volta anche voi dove sia esattamente il Molise, la riposta è nelle reminiscenze “elementari” e potrete trovarlo lì, dove è sempre stato, incastonato tra Lazio, Abruzzo, Campania e Puglia. Anche se spesso è considerata terra di mezzo e soprattutto di passaggio, vi consiglio di fermarvi, dare un’occhiata al panorama, respirare a pieni polmoni… e soprattutto assaggiare i sapori della sua terra.
In inverno potrete godervi i piccoli borghi addobbati a festa (soprattutto nel periodo natalizio) e d’estate meta più tranquilla ed economica della ormai affollata Puglia.
La mia passione e la curiosità per i sapori del territorio mi ha condotto a visitare l’ azienda agricola di Marina Colonna, nel comune di San Martino in Pensilis, nell’entroterra di Termoli .
Marina è una donna forte, discendente della storica famiglia romana, ha viaggiato per il mondo, per poi approdare alle redini dell’azienda di famiglia in un territorio in cui è un piacere perdere lo sguardo, giorno dopo giorno.
Ma la principessa non sta a guardare, si rimbocca le maniche ogni mattina e cura i suoi uliveti con minuziosa attenzione, per produrre olive da tavola, fantastici patè e soprattutto un olio extra vergine di alta qualità, ricco di polifenoli e vitamine.


L’ AZIENDA                http://www.marinacolonna.it/it
Gli alberi vengono innaffiati con un impianto a goccia e concimati con il compost aziendale.
La raccolta delle olive inizia i primi di ottobre e termina a dicembre, utilizzando le tecniche innovative con il minor impatto ambientale . Si inizia anticipando la maturazione del frutto, a mano e con pettini pneumatici per abbreviare i tempi di raccolta, così da ottenere il miglior equilibrio negli aromi dell’olio, successivamente estratto nel frantoio aziendale. I tempi di raccolta sono fondamentali per la qualità dell’olio prodotto. Le olive raccolte vengono sistemate nei cassoni per permettere una giusta areazione del frutto che poi verrà successivamente scaricato nell’imbuto e portate alla prima macchina. Tutte le varietà delle olive sono raccolte e molite (macinate) separatamente. Si parla di “estrazione a freddo”, a tre fasi, entro 12 ore dalla raccolta. Dal frangitore si ottiene una pasta che poi arriverà in un centrifuga dove verranno separate olio, acqua e sansa; quest’ultima riciclata come combustibile.


Famosi ed apprezzati (soprattutto all’estero) sono gli oli agrumati della Principessa, che vengono ottenuti per inserimento delle scorze dei limoni biologici,in fase di molitura. Arance, mandarini e bergamotti biologici vengono invece prima frantumati e poi moliti con le olive. Stesso procedimento per mirto, zenzero e cardamomo e anche con le profumate e intense foglie di basilico. Tutti gli oli vengono imbottigliati e confezionati a mano in azienda.


GLI OLI
Una ricchezza invidiata in tutto il mondo: l’olio italiano. E qui nell’azienda di Marina Colonna se ne esalta ogni aspetto, valorizzando le proprietà del prodotto per meglio farlo apprezzare ad ogni palato, anche quello più particolare e stravagante. Il blend Colonna è un olio fruttato con inconfondibili caratteristiche, dettate dall’armonia delle diverse cultivar (Frantoio, Peranzana, Leccino, Ascolana, Coratina, Cima di Melfi, Fs17, Nocellara Del Belice, Maiatica, Kalamata) da dove si evince un retrogusto leggermente acerbo di pomodoro maturo e carciofo.
L’ Olio DOP Molise è prodotto, trasformato ed elaborato nell’area geografica determinata e riconosciuta. La produzione annuale è di circa 50 quintali annuali e come cultivar parliamo di Leccino e Gentile di Larino. Il suo colore è di un giallo intenso e all’olfatto presenterà sentori di sedano, carciofo e lattuga, arricchiti da note balsamiche di basilico, menta e salvia, mentre al gusto si potrà percepire una nota speziata con retrogusto di mandorla.
La selezione Biologica verrà ampliata a breve con più della metà degli uliveti certificati . Di colore giallo con riflessi verdi presenta un sentore di erba fresca e oliva, un gusto fruttato leggero reggerà il giusto equilibrio tra amaro e piccante.


La dimora di Marina Colonna non è solo Azienda, ma anche luogo dove accogliere chi vuole trascorrere qualche giorno nella quiete della campagna molisana. Una bellissima costruzione alla fine di un viale alberato, circondata dal verde, appare semplice ed elegante, circondata dai colori circostanti. Lineare ed accogliente, il casale si sviluppa su due piani: due appartamenti al piano terra dove Marina accoglie i suoi ospiti e un piano superiore dedicato a lei, dove in una grande cucina si diletta ai fornelli. Gli arredi classici, di gusto e in perfetta armonia con l’ ambiente, ci portano in altri tempi, dove ci si raccoglieva davanti al camino con un buon bicchiere di vino per chiacchierare, allietati da musica e dallo scoppiettio del fuoco. Nelle giornate di sole e temperatura mite si può mangiare in giardino, seduti davanti un bellissimo tavolo di ceramica colorata, all’ombra degli alberi e circondati da piante profumate.


CANTINE SALVATORE   https://www.cantinesalvatore.it/it/
Non si parla di solo olio in Molise, ma anche di ottimo vino. La differente esposizione dei terreni permette di ottenere diverse tipologie di vino, terreni di origine calcarea e argillosi offrono un Montepulciano ruvido e tannico – ci illustra Pasquale Salvatore proprietario della cantina omonima.

Azienda situata ad Ururi, piccolo centro del basso Molise, nasce sulle orme di Don Donato, padre di Pasquale, che segue la sua passione ogni giorno per la valorizzazione del territorio, conducendo l’ azienda di famiglia e mettendo a frutto esperienza e amore per la propria terra.
L’esposizione del terreno (300 mt al livello del mare) permette di godere di un clima favorevole e mediterraneo. Tipico della zona e in crescita di interesse è il vigneto Tintilia, autoctono molisano, probabilmente introdotto nel territorio nella seconda metà del settecento. Le Cantine Salvatore iniziano a sperimentare il Tintilia sia in vigna che in cantina già dal 1998. Il vino che ne deriva è di color rosso rubino, al naso presenta sentori fruttati e note spezzate, in bocca è caldo con tannino in evidenza.


Particolare attenzione alle lavorazioni anche in cantina, che si possono considerare biologiche e naturali, poichè in assenza di allergeni, si potrebbe parlare anche di vino vegano!
I tempi sono molto importanti e non si deve avere fretta, per i bianchi si imbottiglia l’anno successivo – ci illustra Pasquale- a prodotto stabile, invece per i rosati si imbottiglia di solito a giugno. L’utilizzo dei solfiti è ancora più basso di quello utilizzato per l’ agricoltura biologica. L’attenzione massima parte proprio in vigna, per non fare aggiunte ulteriori poi.


Alle Cantine Salvatore i tempi sono importanti anche per l’ affinamento in bottiglia (uve rosse da 6 mesi a 1 anno) in base alle diverse tipologie, si arriva anche ai 3 anni, ma per un prodotto di ottima qualità.
Nysias, Biberius, Don Donà e infine Ti.A.Mo. (Tintilia, Aglianico, Montepulciano) nomi poetici per i vini di Pasquale, bottiglie dalle etichette semplici, ma eleganti, essenziali da attirare l’attenzione necessaria che poi però verrà direzionata sull’essenza dei vini, profumo e sapore inconfondibile.


Il lavoro in vigna non è facile, come anche tutta la burocrazia per promuovere territorio e iniziative, ma la costanza, la determinazione e la passione degli agricoltori moderni, darà i suoi frutti e non tarderà ad arrivare il risultato sperato.
Terminato il giro nelle cantine (ordine e pulizia chirurgica) si arriva nella sala degustazione, come non assaggiare dopo tutto questo parlare?!
Le Cantine Salvatore come l’Azienda di Marina Colonna fanno parte del nostro prezioso patrimonio, valorizzato un tempo da generazioni che rispettavano la terra, amata poiché principale fonte di risorsa e a cui pian piano si sta tornando a prestare attenzione, con nuovo approccio e filosofia, nuovi metodi di lavoro (necessari per i tempi) ma rafforzando l’ideologia di far conoscere al meglio le ricchezze di un paese stupendo, a volte sopito, ma pronto a risvegliarsi al tocco giusto.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: