Linguine con Tartufo alla Carbonara

L’Umbria terra dei sapori e dei valori genuini oltre che di bellezze antiche.  Una terra che della tradizione ha fatto un vanto. Una terra d’unione, che insieme alla Toscana e alle Marche portano forti i colori, l’architettura, la cultura e i sapori di un tempo, rivisti e e porta avanti  con orgoglio e passione. In un giro effettuato da poco ho potuto riscoprire  luoghi noti e meno noti dove, lontano da supermercati o negozi che vendevano prodotti di larga diffusione, ho trovato ancora “l’artigianato del Gusto”. Nei negozietti di una località, Trevi, ho conosciuto un prodotto tipico della zona, il  Sedano Nero. In una vecchia bottega ho scorto prodotti  casarecci, confezionati in barattoli di piccole o medie dimensioni – carciofini sott’olio, purea di zucchine e salsa tartufata. Non ho potuto non comprarla.

A Castiglione del Lago, nel Centro storico,  ci sono tante piccole botteghe turistiche, che però in verità  vendono davvero prodotti locali. La fattura è artigianale e seppure talvolta ci potrebbero essere dubbi sulla qualità e la sicurezza nell’igiene, quando lo sia apre e lo si assaggia, crolla ogni dubbio e prende spazio il gusto. C’erano formaggi, prosciutto e insaccati davvero buoni e stagionati, gustosi e ricchi.

Insomma, a casa , con un po di fantasia, una bottiglia di buon vino – Montefalco Rosso – abbiamo organizzato una specie di “Carbonara con Salsa Tartufata” e qualche bruschetta con lardo di Colonnata e Tartufo.

Vi racconto come è andata:

500 gr linguine (artiginali trafilate a bronzo).

150 gr pancetta dolce

4 uova intere

200 gr. Parmigiano Reggiano

 Pepe nero da macinare

Salsa Tartufata

———————–

Lessare la pasta (con pochissimo sale)

In una ciotola sbattere uova con il parmigiano, aggiungere la Salsa Tartufata

Tagliare la pancetta a pezzettini e cuocerla  in una padella fino a che diventi ben cotta ma non secca

Aggiungere le linguine lessati alla pancetta e continuare a “spadellare”

Passare gli spaghetti e pancetta dalla padella calda nella teglia dove ci sono le uova e condimento

(eventualmente a questo punto si può aggiungere poca panna da cucina o besciamella)

Mescolare e servire la pasta ben calda

Si consiglia accompagnare il tutto con del buon vino rosso locale

Montefalco Rosso: Tenute del Cerro.

l Montefalco Rosso,  prevede una sostanziosa quota di  sangiovese 70%, sagrantino 15%, merlot 15%. Un connubio unico nel suo genere, che porta a vini non solo eleganti, come solo il sangiovese sa regalare, ma anche particolarmente profondi e caratterizzati da una struttura davvero invidiabile. Il Montefalco Rosso DOC di Còlpetrone è un vino ricco, potente e molto bevibile al tempo stesso, perfetto compagno della tavola.

E’ un rosso rubino intenso con lievi riflessi porpora. I profumi sono decisamente fruttati, con sentori di lampone accanto a note più speziate ed appena vanigliate. In bocca è pieno, ricco, avvolgente e caratterizzato da una lieve tannicità che gli conferisce carattere e fascino. Di ottima persistenza. (14%)

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: