L’home made in cucina: sempre più italiani appassionati e risparmiatori

Italia e cucina vanno da sempre pari passo e non per niente i piatti italiani sono quelli più amati in tutto il mondo. Negli ultimi anni si sta vedendo un riavvicinamento all’home made per tanti prodotti che comunemente acquistiamo nei negozi, portando maggiore risparmio in casa e anche un ritorno alla cucina di un tempo. Chissà se a favorire il ritorno ai fornelli ha contribuito il periodo di Lock Down quando ognuno di noi si è riscoperto panettiere, pizzettaro, pasticcere… e anche se poi per molti è stato solo un “gioco” per passare il tempo in casa, per altri è stata una riscoperta del saper fare! Basti pensare che l’interesse nei confronti dei multicooker è aumentato di oltre il 25% rispetto allo scorso anno, mentre quello dei robot da cucina a luglio 2022 ha fatto registrare una crescita del +50% rispetto al mese precedente.

Lo ha rivelato idealo – portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa – che ha deciso di approfondire la tematica, scoprendo come molti italiani stiano cercando di risparmiare facendo in casa tutto ciò che prima acquistavano ed espandendo a 360 gradi il concetto di “home made”.

Nel solo mese di luglio, hanno fatto registrare una crescita di interesse superiore al 200% le yogurtiere, per poter realizzare comodamente il proprio yogurt fatto in casa anziché comprarlo già pronto. E mirano allo stesso obiettivo altri elettrodomestici particolarmente ambiti dagli aspiranti chef: le piastre per cialde & sandwich (+123%), le macchine per il pane (+91%) e le macchine per la pasta fatta in casa (+40%).

Una tendenza relativa non solo al mondo del food ma anche a quello del beverage. Lo dimostra il boom di interesse per i gasatori dell’acqua, che consentono di creare in casa quella frizzante evitandone la spesa: nel corso dell’ultimo mese l’interesse per questo articolo è salito del 127% rispetto al mese precedente.

Tra gli altri trend di interesse in cucina: registrano un picco superiore al 200% rispetto al mese precedente i cuociriso, così come le teiere elettriche. Tendenza molto estiva, invece, quella delle borse frigo, il cui interesse è salito di oltre il 160% in concomitanza con l’inizio dell’estate.

Riguardo ai metodi di cottura, con l’incedere della bella stagione sale la voglia di una cucina salutare e meno pesante, lo dimostrano le ricerche di essiccatori (+118%), vaporiere (+100%) e mixer & frullatori (+76%).

Ciononostante, restano sempre gettonate le friggitrici, il cui interesse – nel corso dell’ultimo anno – è cresciuto del 45%, capitanate però dalle più sane friggitrici ad aria, ambite dal +57% della platea.

Bisogna segnalare che, a fronte di un’inflazione accentuata anche sui canali digitali, chi ha acquistato elettrodomestici ed utensili per la cucina online ha potuto sperimentare costi molto più vantaggiosi nel corso dell’ultimo anno e la tendenza non sembra essersi fermata.

Chi, ad esempio, ha acquistato online un gasatore per l’acqua, ha potuto godere di prezzi inferiori fino al 40%, quindi circa 60 euro in meno. Prezzi in ribasso nel corso dell’ultimo anno anche per le macchine per il pane e le friggitrici (-17%), le friggitrici ad aria, i tritacarne e le macchine per il sottovuoto (-13%), le gelatiere (-12%) ed i robot da cucina (-10%).

Allo stesso modo, chi ha acquistato online ha potuto anche godere di risparmi di tutto rispetto. Si tratta di risparmi massimi superiori al 30% per gelatiere, macchine per il sottovuoto, scaldastoviglie, piastre per cialde & sandwich e forni e superiori al 20% per congelatori, cucine compatte, lavastoviglie e bilance da cucina[4].

“Chi volesse acquistare online tutti i prodotti delle categorie “piccoli e grandi elettrodomestici per la cucina” oggi potrebbe mettere da parte un tesoretto di oltre 2.500 euro, assicurandosi questo tipo di risparmio grazie alla comparazione prezzi. – ha commentato Antonio Pilello, responsabile della comunicazione di idealo per l’Italia – Il settore elettrodomestici, infatti, è uno di quelli che più subisce gli effetti del dynamic pricing, motivo per cui il costo di un prodotto può fluttuare in modo anche considerevole tra una settimana ed un’altra. Per questa ragione, soprattutto in un periodo in cui risparmiare è essenziale, la comparazione prezzi può rappresentare il miglior alleato per chiunque si voglia dilettare ai fornelli.”

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: