La dieta di un giorno… anche al ristorante!

Non è la solita utopia per rimettersi in forma dopo stravizi e peccati di gola, ma la filosofia del benessere di Marc Mességué.
Chi conosce da anni il famoso fitoterapeuta sa che la sua filosofia è concentrata sul benessere a lungo termine, concedendo un percorso mirato anche di un solo giorno a settimana, permetterà (alla fine di un anno) di avere ben 52 giorni di dieta senza privazioni, digiuni, giornate di “solo liquidi” e pasti sostitutivi.
Diversi studi in università internazionali hanno dimostrato che seguire un corretto regime alimentare per almeno 12 mesi è il tempo necessario con cui il corpo si abitua al cambiamento per stabilizzare il senso di fame, così da non recuperare più i chili persi. Il segreto sta nel regolarizzare la grelina, l’ormone che stimola il senso di fame. Quindi stop alle diete drastiche, ma ricercare un una vera e propria “educazione alimentare”.
Come le nostre frenetiche vite divise tra lavoro e mille impegni giornalieri ( soprattutto pasti fuori casa) possono però trovare equilibrio anche in un ristorante?

E’ la domanda che forse si sono poste Romana Ramacciani e Paola Guerraz, imprenditrici, ma in primis amiche, quando hanno dato vita alla loro idea di “mangiare consapevole” sotto forma di ristorante : il Mamé.
Ispirate dalla filosofia del benessere di Marc Mességué hanno inaugurato a settembre 2019 in via Antonio Serra (quartiere Fleming) uno spazio polifunzionale, non solo ristorante, ma un ambiente accogliente dove acquistare prodotti selezionati, concedersi una pausa durante la giornata in Tisaneria e riscoprire sapori naturali, semplici del mangiare sano con gusto.

Salmone alla Saint Germain con cavoletti di Bruxelles e curcuma

Mamé non è solo un ristorante, ma un vero e proprio format che esporteremo in tutta Italia”: le parole di Romana Ramacciani e Paola Guerraz testimoniano la qualità di un progetto che parte dalla (ri)scoperta del gusto delle materie prime, quelle buone, quelle che non hanno bisogno di troppe contaminazioni o orpelli per essere presentate, ma esaltate e valorizzate da una cucina semplice, ma creativa in un menù molto interessante.
Spinta dallo spirito imprenditoriale che ha contraddistinto altri progetti in ambito ristorativo, Romana ha ideato il progetto Mamé, ispirata dalla consolidata amicizia con Marc Mességué, che le ha consentito nel corso degli anni di scoprire, conoscere ed abbracciare il concetto del mangiare sano. “Ho sempre avuto una naturale predisposizione per un determinato tipo di alimentazione, e con questo progetto voglio trasmettere ai nostri clienti l’importanza del mangiare sano, ma soprattutto che una cucina del benessere non esclude il gusto”. Per Romana la forza del progetto è certificata dalla qualità delle persone che hanno dato vita a Mamé: “Marc è una persona pulita, umile, sincera: non vuole parlare di dieta, ma di filosofia alimentare. Non ha mai ceduto a lusinghe commerciali perché crede fermamente nella coerenza delle proprie idee”.
Paola, da anni agente immobiliare, ha apportato con la sua esperienza un decisivo valore aggiunto per quel che concerne le scelte stilistiche ed arredo, che contribuiscono a rendere Mamé un luogo originale ed unico anche dal punto di vista estetico. Ci confida : “A mio avviso non esiste a Roma un luogo come Mamé, nel quale poter mangiare sapendo cosa c’è nel piatto, quali materie prime vengono lavorate correttamente ed esaltate per dar vita ad una proposta gastronomica che possa coniugare la piacevolezza dei sapori ed il conseguente benessere per il proprio corpo”. 

Tisaneria

Per parlare di sapori semplici e gustosi hanno scelto la giovane chef Sara Pieretti, nata ad Assisi, in terra umbra, dove ha potuto acquisire competenza professionale ed estrema conoscenza dei prodotti : “La passione per la cucina nasce da quella per le materie prime, che la cucina deve esaltare, non rovinare o complicare”. Sara viene da un recente periodo di formazione in Svizzera, dove ha potuto conoscere in prima persona alcune piccole realtà artigianali, ed ha affinato la passione e la minuziosa ricerca di selezione dei prodotti : “È stato Marc a propormi il trasferimento a Roma per divenire la chef del Mamè, e cercherò di comunicare che la cucina del benessere è buona e non comporta alcun tipo di rinuncia”.

La chef Sara Pieretti

Un progetto (quasi) tutto al femminile (le due proprietarie Romana e Paola, la chef Sara, la sous chef Francesca Maiorana, altre due ragazze in sala) coordinato in Sala da Amedeo Di Pasqua, e che darà spazio alle erbe, alle verdure, alla frutta ma anche naturalmente alla carne, al pesce, ed ai tanti prodotti che verranno preparati quotidianamente dalla brigata di cucina, quali il pane ed altri lievitati, la pasta ed i gelati. Sarà possibile gustare estratti preparati al momento con frutta e verdura di stagione, scegliere e provare i piatti presenti in menu, o magari concedersi un momento di relax grazie alla “Tisaneria”, un angolo dedicato ad erbe, infusi e tisane, uno dei cardini della filosofia di Mességué.

Naturalmente il menù proposto rispetta la stagionalità e quindi in carta adesso potrete trovare come antipasti dal Carpaccio di ricciola con pressing agli agrumi e misticanza alla Battuta di manzo al coltello con quinoa soffiata, radici e senape. Per gli amanti delle proteine sane non potevano mancare le uova e che uova…quelle biologiche di Arianna Vulpiani e delle sue “galline felici”in Bio Farm, uova che vengono servite in camicia con crema di funghi carboncelli e chips di zucca croccante.

Carpaccio di ricciola con agrumi

Per passare ai primi piatti (si avete capito bene, potete scegliere anche i carboidrati!) lo Spaghettone Mancini alle vongole veraci è sempre una tentazione, oppure concedersi dei Tortelli fatti in casa ripieni di ricotta su crema di zucca. Stringozzi acqua e farina con ragù bianco di Limousine, cipolla di Tropea e fiori di rosmarino o ancora Mezze Maniche  Mancini con crema di pomodorini confit, melanzane, basilico e ricotta salata.

tortelli fatti in casa di ricotta su crema di zucca

Ampia scelta anche nei secondi sia di carne che di pesce. L’agnello alla griglia (consigliato anche a chi non lo mangia per il sapore “deciso”,poiché la carne è eccellente ) è ben equilibrato con carciofi e crema di topinambur. Il pollo con i peperoni per Roma è un must e qui viene servita al piatto una saporita coscia di pollo ruspante cotta a bassa temperatura con peperoni e patate affumicate.

Non può mancare in carta anche il pesce, come il Polpo alla griglia con insalata di finocchi, arance e polvere di liquirizia e il Salmone alla Saint Germain con cavoletti di Bruxelles e curcuma.

Un pasto equilibrato può accogliere anche da ultimo un dessert e da Mamè si può scegliere tra una selezione di Sorbetti  fatti in casa, una Crescionda spoletina, sorbetto ai lamponi ed estratto di ginepro oppure per i più golosi “Molto più che fondente”, ma non vi sveliamo nulla…dovete provarlo!

La cucina di Mamè vi sorprenderà per la sua originalità, al tempo stesso sana ed appagante, con una accurata selezione delle materie prime, rispetto delle stesse, esaltazione dei sapori in piatti equilibrati e gustosi.

Chi è Marc Mességué: parigino di nascita ma italiano d’adozione, ha ereditato dal padre Maurice una grande passione per le erbe e le loro proprietà. Gli studi in erboristeria all’università di Siena e l’esperienza fitoterapica lo hanno spinto a creare vari centri benessere, e dal 2012 ha iniziato una nuova avventura a Gubbio al Park Hotel ai Cappuccini. In questa nuova sede si armonizzano perfettamente, fitoterapia, sana alimentazione, medicina ed estetica per ritrovare il miglior equilibrio psico-fisico.

Mamé
La cucina del benessere

Via Antonio Serra, 60
00191 – Roma
Tel. 06 5987 4308
Mail: info@mamerestaurant.it
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/mameristorante/

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: