Zanzare male di stagione, tante nuove armi per monitorarle, controllarle, eliminarle (e non solo zanzare, ma insetti in genere)

Pronti a partire? Che sia mare o montagna, con l’arrivo dell’estate gli italiani si preparano alle tanto desiderate ferie con gli amici, con il proprio partner o con la famiglia. Dopo questi due anni la voglia di tornare a viaggiare è tanta e saranno molti gli italiani che quest’anno resteranno nel Bel Paese a trascorrere il periodo estivo.

In generale, quando si pianifica un viaggio, che sia tra le nostre terre o in mete esotiche e lontane, bisogna fare molta attenzione a non lasciare nulla al caso, per non farsi cogliere di sorpresa da ospiti indesiderati come, ad esempio, gli infestanti, che potrebbero rovinare il nostro soggiorno da sogno.

Ma quali sono gli insetti che si possono trovare nei luoghi di vacanza? Rentokil – azienda specializzata nel monitoraggio ed eliminazione degli infestanti del gruppo Rentokil Initial – spiega che, quando si viaggia, ogni luogo può essere caratterizzato dalla presenza di diversi infestanti.

Per chi sceglie di alloggiare in hotel o in una casa vacanza, uno degli infestanti più temuti e diffusi a cui prestare attenzione è sicuramente la cimice dei letti: si tratta di piccoli insetti notturni che si muovono in cerca di cibo attratti da calore e anidride carbonica sviluppati dal corpo umano. Possono invadere le camere da letto e nascondersi tra le pieghe del materasso, le giunture del letto e persino nelle prese di corrente; amano attaccarsi alle valigie, diventando così anche uno spiacevole souvenir al rientro dalle vacanze.

Vengono infatti definite anche erroneamente come “pulci del viaggiatore”, ma come fare a riconoscerle? Le cimici dei letti di solito pungono il loro ospite durante la notte. Per un esperto di disinfestazioni, i segni di un’infestazione di cimici dei letti sono facili da individuare, ma per un occhio inesperto identificarle può risultare difficile. I segnali più evidenti della presenza di questo infestante sono: punture, macchie di sangue, resti di mute e uova. In caso si entri in contatto con questi insetti, o vi sia sospetto al riguardo, Rentokil raccomanda la massima attenzione nel controllo del proprio bagaglio. Una volta tornati a casa si possono disfare in garage o all’esterno dell’abitazione, lavando poi gli indumenti ad almeno 60°.

Avete una casa al mare o in montagna che aprite solamente durante il periodo estivo? Allora appena arrivati, soprattutto se di notte, controllate con molta cura la vostra cucina, tra gli scaffali delle credenze, nelle vicinanze di elettrodomestici o nel lavandino, dove potrebbero annidarsi piccoli ospiti indesiderati come scarafaggi (detti anche blatte). Questo tipo di infestante è in genere attratto da alimenti disponibili nelle abitazioni, per questo le infestazioni di scarafaggi colpiscono molte case private oltre che magazzini e imprese.

Venire a contatto con un’infestazione di blatte o scarafaggi può essere molto pericoloso per la salute dell’uomo: attraverso le feci, la saliva e la muta gli scarafaggi possono causare gravi reazioni allergiche, eczema e asma negli esseri umani e trasmettere agenti patogeni. Per questo motivo, per un’azione immediata di disinfestazione è bene affidarsi ad esperti che non solo conoscano il comportamento e le abitudini delle diverse specie di scarafaggi, ma siano anche aggiornati sui migliori metodi per eliminarli senza mettere in pericolo le persone. In tutto il mondo ci sono migliaia di diversi tipi di scarafaggi, oltre 4000 specie. In Italia esistono circa 15 specie e quelle individuate di frequente nelle cucine e in casa sono la Blatta orientalis, Blattella germanica, Periplaneta americana e Supella longipalpa.

Per chi individua gli scarafaggi nella propria casa è importante rimuovere dai locali interessati i rifiuti alimentari e pulire accuratamente ogni piccola fessura adottando adeguati metodi di barriera. Rentokil propone soluzioni di disinfestazione, controllo e monitoraggio delle blatte permettendo di prevenire, gestire ed eliminare le infestazioni. Vengono utilizzati differenti trattamenti anche in base al tipo di blatta, come: trattamento con gel, lotta chimica, lotta meccanica e monitoraggio delle infestazioni.

 

Alcune specie sono portatrici di patologie anche gravi, come gli scarafaggi, ma anche le zanzare. È quindi fondamentale rivolgersi a professionisti della disinfestazione, che sappiano fornire soluzioni adatte a minimizzare il rischio.” – continua Ester Papa, Technical Manager di Rentokil Italia.  “Inoltre, quando si viaggia, esiste anche il rischio di ‘importare’ ospiti indesiderati al momento del ritorno. È importante quindi ricordare sempre di fare attenzione a dove si appoggiano zaini e valigie per evitare, ad esempio, di portare a casa insetti come le cimici dei letti”.

 

Ci sono persone che per le loro vacanze estive amano stare all’aria aperta e prediligono il campeggio per godersi appieno la natura che li circonda. Ma pranzare, cenare o dormire può trasformarsi in una tortura se a farci compagnia arrivano mosche e zanzare che, a causa del loro ronzio, delle punture e dell’abitudine di volare attorno a cibo e rifiuti, rappresentato un vero e proprio fastidio.

Molto spesso si sottovaluta la loro pericolosità, ma le zanzare attraverso le loro punture sono vettori di virus e malattie come Dengue, Chikungunya e Febbre del Nilo. Lo stesso vale per le mosche, in quanto, la loro presenza può costituire un problema per la salute a causa della loro spiacevole abitudine di posarsi e cibarsi di rifiuti, feci e altre sostanze che, trasportate dagli insetti stessi, possono contaminare le superfici e trasmettere malattie come la Salmonella e l’Escherichia coli.

Piccoli accorgimenti da attuare tutti i giorni possono aiutare ad allontanare questi infestanti: coprire sempre il cibo, eliminare immediatamente tutti gli avanzi, gli spargimenti di cibo e di liquidi. Inoltre bisogna assicurarsi che tutti i bidoni della spazzatura siano ben chiusi da coperchi. Rentokil ha elaborato operazioni di monitoraggio, controllo e prevenzione necessarie per gestire le situazioni di potenziale infestazione di questi insetti, attraverso tecniche e metodologie efficaci, ma anche sicuri per le persone e l’ambiente circostante.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: