USA: dispositivi ed elettrodomestici in stand-by consumano 19 miliardi di dollari all’anno

Spreco_energia_USA

Ridurre l’inquinamento è di certo diventata una delle priorità degli ultimi anni, ma ridurre l’impatto sull’ambiente non può che passare anche attraverso i piccoli gesti di tutti i giorni che possono contribuire a ridurre in maniera significativa lo spreco di energia.

E’ proprio quest’ultimo al centro del rapporto pubblicato dalla Natural Resources Defense Council, che conferma come i dispositivi ed elettrodomestici in stand-by arrivano a consumare solo negli USA circa 19 miliardi di dollari ogni anno, che inevitabilmente vanno a pesare sulle bollette dei consumatori.

Si tratta di un dato sconcertante che ogni anno costa una media tra i 165 e i 440 dollari per famiglia in più sulla bolletta da pagare, e in larga parte è da attribuire al fatto che, negli ultimi anni, strumenti che fino a qualche tempo fa erano meccanici sono diventati digitali come lavatrici, asciugatrici e frigorigeri, che utilizzano ora display e comandi che incrementano il consumo.

Al dati, in particolare, contribuiscono televisori, PC, dispositivi per la casa, acquari e tutti gli strumenti che restano attaccati alla presa di corrente e, giornalmente, consumano una certa quantità di energia che potrebbe essere risparmiata con poche e semplici azioni da parte dei consumatori.

In tal senso potrebbe avere effetti positivi costruire prodotti in grado di ridurre il consumo di energia e organizzare nuove campagne di sensibilizzazione in grado di informare le persone in maniera adeguata invogliandole a ridurre lo spreco di energia.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: