Tenta il suicidio dal Ponte di Ariccia. Messa in salvo dopo un’ora e mezza

Ariccia_Suicidio

21 anni e la voglia di farla finita. Siamo ad Ariccia in pieno pomeriggio, quando una giovane donna è stata salvata dal suo tentativo di suicidarsi buttandosi giù dal ponte monumentale. Intorno alle 14 di ieri era salita sulle reti del ponte, dopo aver scavalcato il muro su Via Appia, fino ad arrivare sul punto più alto a strapiombo sul nulla per 60 metri. I passanti vedendo la scena hanno subito allertato le forze dell’ordine che sono arrivate con cinque squadre.

La prima ad intervenire è stata una poliziotta, l’assistente capo Rita Petrone, di ritorno dal servizio appena terminato presso il commissariato di Albano. La ragazza era seduta sul precipizio quando la poliziotta ha cominciato a parlare con lei per cercare di farla desistere dal suo intento. Nel frattempo sono arrivati sul posto una volante, i carabinieri della locale stazione, la polizia locale e i vigili del fuoco di Marino, insieme ai colleghi specialisti del soccorso speleologico alpino e fluviale.

Prontamente il ponte è stato chiuso al traffico quando poi sono arrivate anche ambulanze e i vigili del fuoco che hanno allestito un primo intervento nella parte inferiore del ponte con il materasso di gomma. Per un’ora e mezzo hanno parlato con la ragazza fino a quando la squadra ha capito che era pronta e ben disposta nei loro confronti. Così i pompieri Luca Pizzicanella e Maurizio Persieri si sono calati in sicurezza, fino a prenderla per mano, abbracciandola e rassicurandola per poi riportarla su piano stradale. Al momento è in stato di choc ricoverata presso l’ospedale di Albano. Anche dopo la lunga chiacchierata la ragazza non ha dichiarato le motivazioni del suo gesto.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: