Storni su Roma: il Campidoglio indaga sulla moria di uccelli ma i cittadini denunciano il rischio igienico

Migliaia di uccelli che nel tardo pomeriggio arrivano a Roma, ricoprendo alberi e ville. Arrivano enormi storni, con il loro cinguettio che a volte diventa anche pauroso, ricorda il film di Hitchcock. Senza contare che il periodo non sarebbe forse quello giusto e così la paura si sposta anche sul clima che cambia, sul riscaldamento globale che ne porta le conseguenze.  Ma da qualche giorno oltre che ritrovare gli escrementi degli storni sulle strade e sulle macchine, la città mostra anche moltissimi uccellini morti. “Il Dipartimento di Tutela Ambientale di Roma Capitale si è immediatamente attivato insieme alla Protezione Civile per affrontare la moria di storni verificatasi in alcune zone della città. Sui luoghi è intervenuto l’ufficio animali problematici del Dipartimento mentre Asl e Istituto Zooprofilattico sono stati coinvolti al fine di indagare sulle cause del fenomeno”. Questa la comunicazione del Campidoglio.

Molti i ritrovamenti degli uccelli integri in terra, morti, in zona Porta Pia, piazza Fiume e in piazzale del Verano. I cittadini però sono intimoriti, pensando anche ai conseguenti rischi igienici che potrebbero esserci. Ma il Campidoglio è pronto a rassicurare: “la rimozione delle carcasse degli animali è affidata alla Asl che provvede anche alla loro distruzione. I resti degli uccelli sono stati già rimossi dalla Asl che li ha avviati all’incenerimento mentre alcuni esemplari sono stati prelevati dall’Istituto Zooprofilattico per i normali esami diagnostici. Ama è stata già coinvolta per la successiva pulizia e sanificazione di strade e marciapiedi secondo le procedure indicate dalle autorità sanitarie intervenute nelle operazioni”, conclude la nota.

Un anno fa in zona Verano si era verificato lo stesso episodio e al tempo avevano ipotizzato si trattasse di un vero e proprio avvelenamento degli uccelli. Ora c’è chi invece pensa siano gli uccelli più grandi a farsi giustizia, volendo allontanare gli stormi che vengono ad invadere spazi ormai conquistati da enormi gabbiani, piccioni e anche pappagalli. Di seguito il nostro video dell’arrivo degli storni in zona Villa Borghese – Via Po. Anche qui qualche carcassa è stata ritrovata in questi giorni.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: