Sea Bubbles: ecco i taxi “volanti” che potrebbero rivoluzionare la mobilità di Parigi

Rivoluzionare la mobilità urbana per ridurre il traffico delle più grandi città del mondo, ridurre i tempi di spostamento e, al tempo stesso, ridurre le emissioni di gas inquinanti emesse dalle auto sono obiettivi ambiziosi che sempre più paesi stanno cercando di raggiungere per un futuro maggiorente sostenibile a beneficio di milioni di persone. E una delle strategie che potrebbero rivelarsi utili in tal senso è l’adozione di mezzi di trasporto innovativi che sfruttino le nuove tecnologie per andare incontro alle esigenze delle persone.

E’ da tempo, infatti, che numerose aziende e start-up lavorano alla realizzazione di veri e propri taxi volanti che puntano a spostare in cielo parte del traffico urbano rendendo anche più rapidi i viaggi. Ed è qualcosa di molto simile che a breve potrebbe arrivare a Parigi, come dimostrano i test effettuati nelle ultime settimane nella capitale francese che hanno visto viaggiare lungo la Senna gli innovativi Sea Bubbles.

Questi nuovi veicoli sono già in lavorazione da qualche anno e puntano a rispondere alle esigenze di Parigi, andando quindi a ridurre il traffico all’interno della città e le emissioni inquinanti. I cosiddetti Sea Bubbles, sono completamente elettrici e alimentati dalla luce del sole, quindi a impatto zero. Vengono definiti taxi volanti perché viaggiano sospesi a circa 60cm dall’acqua. Questo è reso possibile da una struttura realizzata in fibra di vetro sotto il livello dell’acqua che consente al mezzo di muoversi sospeso in aria. In questo modo i Sea Bubbles sono in grado anche di viaggiare in quei canali della Senna in cui, generalmente, è vietata la navigazione.

Questi veicoli sono in grado di trasportare fino a quattro passeggeri ad una velocità massima di 25Km/h, e se possono essere utili per il trasporto dei turisti, potrebbero rivelarsi utili anche per velocizzare gli spostamenti degli stessi abitanti della città. Gli ultimi test effettuati sono andati a buon fine, ma resta ancora da scoprire quali saranno i tempi necessari perché il progetto prenda definitivamente forma. E chissà che in futuro soluzioni analoghe non vengano adottate anche in altre città del mondo a beneficio dell’ambiente, come già si sta progettando negli USA con UberAir.

Nel frattempo gli appassionati di tecnologia potranno ammirare i prototipi di Sea Bubbles in occasione della manifestazione Viva Technology, dove questi mezzi di trasporto del futuro saranno in esposizione.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: