Scarpe da sposa: come e quali scegliere?

Uno degli accessori più amati dalle donne è rappresentato dalle scarpe che, molto spesso, vengono acquistate d’impulso e senza pensare troppo. Tuttavia, in un’occasione importante come il matrimonio, è necessario non lasciarsi prendere dalla foga perché la scelta della calzatura deve essere ben ponderata. Scegliere le scarpe giuste per il matrimonio impone l’osservanza di certe regole come l’individuazione del colore giusto, la predilezione di materiali di qualità e lo stile.

Il colore

La scelta del colore delle scarpe da sposa deve essere fatta dopo aver individuato il vestito da indossare. Secondo le regole del bon ton, infatti, le calzature devono sempre essere in linea con il colore dell’abito, non devono creare nessun contrasto appariscente e donare equilibrio a tutta la figura.

Per queste ragioni è importante che le scarpe da sposa siano perfettamente abbinate al colore dell’abito, devono quindi avere la stessa sfumatura o lo stesso sottotono. Se l’abito è di un bianco freddo, le calzature devono avere tonalità fredde, diversamente, se l’abito è di un bianco crema, le scarpe saranno di una nuance identica.

Questa regola vale anche se la mise che si indosserà il giorno del proprio matrimonio è briosa con colori accesi. In questo caso le scarpe dovranno abbinarsi al vestito senza alcun tipo di contrasto.

I materiali

Le scarpe scelte per il matrimonio dovranno essere indossate tutto il giorno per cui devono essere comode. Questo non significa abbandonare il desiderio di indossare dei tacchi vertiginosi poiché, se la calzatura è realizzata con materiali di qualità non darà alcun tipo di fastidio.

La scelta deve quindi ricadere su scarpe di qualità, realizzate con materiali pregiati che non faranno sudare i piedi e scongiurano il rischio di fastidiosi gonfiori; vanno sempre evitate le calzature in materiali sintetici, poco funzionali e decisamente scomode da indossare per un’intera giornata. Per essere sicure che le calzature siano comode è importante misurarle la sera, quando in genere i piedi si gonfiano.

Scarpe da sposa di lusso

Per fare in modo che i piedi non soffrano è importante prediligere scarpe in capretto oppure in elegante raso magari decorate con brillanti luminosi come le scarpe da sposa di lusso Aquazzura.

La collezione sposa Aquazzura si caratterizza per l’attenta attenzione ai dettagli, come quella riposta per la realizzazione dei sandali gioiello, eleganti intrecci di fili ricchi di cristalli dalle mille sfaccettature capaci di risplendere anche in totale assenza di luce o le bellissime calzature in raso con fiocco sulla caviglia, eleganti e briose, per la sposa giovane e sportiva.

Lo stile

Per quanto riguarda lo stile è necessario prendere in considerazione il tipo di cerimonia e il luogo dove questa si svolgerà. Le scarpe, infatti, devono essere in linea con il tema delle nozze; se questo è solenne, le scarpe dovranno avere uno stile classico e abbastanza rigoroso. Diversamente, se la cerimonia si celebrerà in riva al mare, meglio optare per dei sandali gioiello che non passeranno di sicuro inosservati.

In merito allo stile va inoltre considerata l’altezza del tacco. In linea generale non esistono regole precise dettate dal galateo ma il bon ton prevede che la sposa non debba essere più alta del futuro marito. Questo significa che, se lo sposo è di statura bassa, le calzature da preferire non devono avere un tacco troppo alto, se invece lo sposo è molto alto, la futura moglie potrà osare un tacco elevato. La regola del bon ton prevede infatti il rispetto delle proporzioni tra gli sposi che non devono essere troppo sbilanciati tra loro.

Quando si scelgono le scarpe per l’abito da sposa è molto importante seguire il proprio stile; le calzature devono infatti rappresentare in tutto e per tutto la propria personalità. Quindi, via libera a tacchi vertiginosi se si è dotati della capacità di camminarci o a scarpe basse che rispecchiano un carattere brioso e giovanile.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: