Roma e la polemica: strade dissestate e il Giro d’Italia

Città eterna ed eternità della polemica, spesso sterile, ma mai poco pervasiva, l’ultimo esempio ci è dato dalle tensioni generate dal recente passaggio del “Giro d’Italia”, che seppur terminato ancora non ci ha abbandonato.

Casus belli: i ciclisti hanno chiesto dopo tre giri del tracciato che venissero neutralizzati i tempi, questo a causa dei problemi del fondo stradale, eccessivamente sconnesso.

Roma ha grossi problemi con la pavimentazione stradale, è innegabile, e con il passaggio del “Giro d’Italia” la cosa è saltata maggiormente agli occhi di tutti anche se l’ultima tappa è da sempre celebrativa, più evento che corsa effettiva. Quest’anno lo è stato in senso vero: in una cornice splendida, il giro dopo aver abbracciato tutta Italia finalmente si chiude nella Capitale.

L’evento è stato quello che doveva essere, un grande spettacolo e un’occasione per la valorizzazione internazionale di scenari unici.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: