Progress torna sulla Terra, e la missione di Samantha Cristoforetti si allunga di un mese

Samantha_Cristoforetti_ASI

Dopo alcuni giorni di monitoraggio continuo da parte dei ricercatori, il cargo russo Progress di cui si era perso il controllo poco dopo la partenza, è finalmente tornato sulla Terra, disintegrandosi quasi del tutto nell’impatto con l’atmosfera intorno alle 4:00 di stamattina (ora italiana).

E’ andato quindi quasi tutto come previsto in precedenza, ma gli effetti di quanto accaduto, costringeranno gli astronauti presenti sulla Stazione Spaziale Internazionale a prolungare la loro missione di quasi un mese.

Partito lo scorso 28 aprile dalla base di Bakour, il cargo russo Progress trasportava circa 3 tonnellate di materiali tra rifornimenti, pezzi di ricambio e strumentazioni scientifiche, utilizzate per attività da svolgere sulla ISS.

Il problema riscontrato con il cargo russo, tuttavia, ha costretto ad un posticipo nel rientro degli astronauti della Stazione Spaziale, compresa Samantha Cristoforetti, che dovranno quindi rientrare sulla Terra il prossimo 11 giugno invece del 14 maggio come in precedenza anticipato.

Un ritardo che, conferma l’Agenzia Spaziale Italiana, non avrà effetti negativi sulla missione Futura inizialmente organizzata per durare 6 mesi.

La prossima settimana, dovrebbe venire invece confermata la data esatta per il rientro dell’astronauta italiana.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: