Prima morte accertata per sigaretta elettronica? 193 i casi analizzati

e-cigarette

Secondo uno studio dell’ente di controllo della sanità americano effettuato su 193 pazienti affetti da malattie polmonari, è stato confermato anche se in modo cauto, il primo decesso dovuto all’utilizzo della sigaretta elettronica. Lo leggiamo sul Washington Post che ha pubblicato la notizia della morte di un uomo per grave malattia ai polmoni non ben specificata, causata apparentemente dall’uso della sigaretta elettronica. Solo negli Stati Uniti ci sarebbero altri 192 casi simili. Ovviamente la notizia ha scosso l’opinione pubblica anche se l’Ente Americano per la Tutela della Salute (CDC) sta ancora cercando maggiori evidenze.

Al momento i due protagonisti di questa faccenda sono appunto il CDC e anche la FDA, l’ente governativo americano che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici. Sulla morte dell’uomo l’indagine può allargarsi su un fascicolo precedente aperto dal CDC a giugno scorso su 193 pazienti facenti parte di un campione di analisi. Tutti i pazienti avevano sintomi simili come dolore al petto, difficoltà respiratorie, spossatezza e in alcuni casi anche vomito e diarrea. Tutti sintomi non spiegabili in base al quadro clinico e in differenti età e abitudini differenti. Una cosa in comune sul campione, oltre ai sintomi, l’utilizzo della sigaretta elettronica.

Uno dei 193 era proprio l’uomo deceduto e così in base all’analisi e al fatto che fumare le sigarette elettroniche fosse l’unica cosa in comune tra i pazienti, ha portato a pensare che la morte per questa strana patologia dipendesse proprio da questo. Si tratta quindi di una supposizione non ancora scientificamente provata.

La conferenza stampa indetta da CDC e FDA ha esordito con: Un uomo adulto che aveva fatto uso di sigarette elettroniche è morto in seguito a una grave malattia respiratoria. Continua però prendendo una strada più cauta: “Servono più informazioni per capire cosa sta causando queste malattie, ed è quindi troppo presto per parlare con certezza di primo caso al mondo di vittima di sigaretta elettronica”.

I dati in analisi fanno comunque pensare che ci sia una forte correlazione tra sigaretta elettronica e questa nuova patologia respiratoria anche se è meno chiaro quale sia l’elemento specifico che la faccia scattare. Sono state scartate le ipotesi che la morte o comunque la patologia sia scatenata da un difetto di fabbricazione di alcuni dispositivi o anche quella sulla contaminazione del liquido usato come anche sull’utilizzo di liquidi economici.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: