Periscope, basta un’app per trasmettere in diretta

periscopeSi chiama “Periscope” ed è una delle app per iPhone più popolari del momento. Il funzionamento dell’applicazione, per quanto rivoluzionario, è molto semplice: Periscope permette di trasmettere le riprese effettuate dal proprio dispositivo in diretta. In altre parole, chiunque può diventare broadcaster.

Si tratta di video, come YouTube, ma la differenza è enorme: la trasmissione è live, in tempo reale. L’app è legata all’account Twitter. Il social network ha acquistato la startup che all’inizio dell’anno stava lavorando alla creazione di Periscope, ideata da Joe Bernstein e Kayvon Beykpour.

L’applicazione, una volta scaricata, ha accesso alla fotocamera, al microfono e, se l’utilizzatore lo desidera, alla geolocalizzazione. L’utente può avviare una diretta semplicemente dandole un titolo e schiacciando “Start Broadcast”. Si può scegliere di avvisare della trasmissione in corso i propri follower pubblicando un avviso su Twitter.

Qualora si voglia essere spettatori delle dirette altrui si può accedere agli streaming attivati dagli altri attraverso Twitter oppure dalla schermata principale di Periscope. L’utente che assiste alla diretta può interagire con quello che sta trasmettendo in due modi: inserendo dei cuoricini oppure commentando attraverso una chat. Al termine dello streaming, la diretta, nel caso sia stata abilitata la memorizzazione, rimane presente sulla piattaforma per 24 ore.

Inutile dire che l’applicazione ha già sollevato qualche dubbio riguardante la privacy, dal momento che la facilità di trasmettere aumenta la possibilità per chiunque di essere ripreso senza il proprio il consenso, e la trasmissione di eventi per cui vengono commercializzati i diritti, come ad esempio le partite di calcio.

(Fonte dell’immagine:  Nobuyuki Hayashi)

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: