Ogni anno in America a primavera #PartyCove, divertimento, alcool e feste per tutti i gusti

La più famosa delle feste “non ordinarie” organizzate all’aria aperta, sui bacini che collegano terra e acqua,  su laghi più o meno grandi, prendono il nome di “Party Cove”. Coinvolgono giovani, giovanissimi, ma anche gli adulti,  che con le barche e piattaforme e tutto ciò che galleggia si riuniscono e tra Musica, alcool e balli fanno delle “feste” molto particolari, dove avviene un po’ di tutto. Eventi che sono negli States dei veri e propri appuntamenti. I punti di ritrovo sono differenti, tra i più importanti c’è il  Party Cove  del lago di Hamilton Lake Lewisville, o anche sul bacino degli Ozarks, che è forse proprio il luogo dove tutto ebbe inizio.

Party Cove è il nome popolare di Anderson Hollow Cove, fu proprio nella località a sud-ovest di Arrowhead Beach che si iniziarono ad organizzare, nei fine settimana delle feste lungo gli argini, dove arrivarono a partecipare fino a 8000 persone. La festa durava tutto il tempo, giorno e notte, tra fiumi di alcol e balli piuttosto provocanti. Le ragazze venivano invitate e sfidate a farsi ammirare e provocare chi partecipava.

Il Party Cove in poco tempo divenne un luogo importante e trasgressivo, dove conoscere gente e divertirsi senza freni.

Vari luoghi nel lago hanno ricevuto il nome dagli anni ’60. La festa era motivo liberatorio per tanti giovani, la trasgressione rientrava tra i patti di chi partecipava.

Questo fenomeno che è andato crescendo, dalla nascita nel 1996 è oggi invece in decadenza. Sono aumentati i controlli – da parte degli organi preposti. I festini alcolici e trasgressivi avevano raggiunto dei livelli non più accettabili. Sono aumentate le restrizioni in relazione alle imbarcazioni e alle violazioni sulla navigazione. Le autorità non permisero più questi assembramenti di barche – un po’ come per Al Capone incastrato per le tasse -le imbarcazioni divennero il sistema per arginare qualcosa di non legiferato, che andava dal possesso di alcool in misura differente dai limite di legge, al cosi-detto “buoncostume”, proprio per limitare gli eccessi anche in assenza di quest’ultimo.

 I veterani del Lake of the Ozarks ricordano Party Cove come il luogo in cui si tengono gran parte dei fine settimana estivi, pieni di divertimento, bei festini e tanto alcool. Parecchie migliaia di barche visitavano le coste per appuntamenti prestabiliti.

Le feste oggi si sono trasformate, lasciando maggiore spazio al divertimento, e mettendo da parte la vena trasgressiva che aveva sempre contraddistinto tali manifestazioni. Lungo le coste sono sorti Alberghi, bar con piscina, e comunque continuare in maniera meno smodata a giocare con i sensi.

Chi proprio non ha accettato di buon-grado il  cambiamento sono stati coloro che noleggiavano le imbarcazioni. Anche la pubblicazione sui Social e la condivisione delle immagini ha giocato un ruolo negativo – per quanto sopra accennato.

Ad Aprile però tutto ricomincia, nelle piscine attrezzate e sicure, ma anche e comunque – per gli aficionados- nei luoghi storici, magari più di nascosto e con meno partecipazione, ma con tanti stimoli i Party Cove, un fenomeno tutto Americano.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=C1KtCtVM7DU[/embedyt]

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=k0QzTuFuduA[/embedyt]

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: