Nba: chi sono i migliori 5 giocatori della storia?

nba

In occasione della rivelazione di dettagli mai raccontati sulla vita di Michael Jordan e sulla sua ultima turbolenta stagione ai Chicago Bulls (nel documentario di Netflix The Last Dance), il sito di informazione sportiva più grande degli Stati Uniti ha deciso di pubblicare sul proprio sito e sul proprio profilo Instagram la classifica dei 15 migliori giocatori della storia della Nba.

Una decisione complessa, che rischiava di mettere in disaccordo i tifosi del network americano. Specialmente la prima posizione, quella che conta di più, può mettere zizzania nel mondo degli appassionati.

Pochi dubbi su chi sarebbe dovuto essere nella posizione di contendente: senza nulla togliere alla grandezza degli altri atleti Nba, solo due giocatori hanno mostrato classe, tecnica, leadership e longevità tali da poter essere annoverati come i migliori della storia. LeBron James ed il succitato Michael Jordan.

Ecco la classifica proposta da Espn (prime 5 posizioni):

5. Magic Johnson: quinta posizione per il leggendario playmaker dei Los Angeles Lakers, diventato negli Anni Ottanta una vera e propria icona culturale insieme all’amico-rivale Larry Bird.

4. Bill Russell: questa volta il riconoscimento va ad un Celtic. L’eterno centro di Boston detiene il record per il maggior numero di campionati vinti, 11 di cui 10 consecutivi negli Anni Sessanta (su 17 totali vinti dai Celtics), è inoltre considerato uno dei migliori difensori della storia.

3. Kareem Abdul-Jabbar: gradino più basso del podio per un altro centro, il miglior realizzatore nella storia della Nba, che Espn ricorda, ha fatto valanghe di canestri in un’epoca in cui il tiro da 3 non esisteva ancora e che quando venne introdotto non era certo nelle sue corde.

2. LeBron James: secondo posto per il Re, pur sempre un riconoscimento importante. E’ infatti la conferma che LeBron James sia largamente il miglior giocatore di quest’epoca. Di gran lunga l’atleta che ha saputo incarnare l’essere “all-around”, saper fare tutto su un capo da basket, poter ricoprire tutti e cinque i ruoli del teatrino.

1. Michael Jordan: seppur con qualche dubbio, alla fine la prima posizione l’ha presa MJ. L’uomo che ha reso la Nba e la pallacanestro un prodotto mondiale, l’unico capace di instaurare una dinastia infinita come quella dei Chicago Bull negli Anni Novanta, in epoca moderna. Una leggenda vivente che si è compenetrato con l’immaginario collettivo fino a diventare una vera e propria icona pop.

Al pari di Madonna, Schumacher e Senna, Michael Jordan ha rappresentato ben più di un’atleta per la Nba, è stato il suo ambasciatore universale per decenni, diventando anche un marchio. Il tifo nei confronti di Michael Jordan è al limite dell’adorazione divina.

Saprà perdonarsi LeBron James di non essere riuscito a realizzare il suo sogno da bambino, quello di superare l’idolo della sua infanzia. Espn conferma quello che di Michael Jordan si è sempre detto: “per acclamazione, Michael Jordan è il più giocatore di basket di tutti i tempi”.

Ben oltre la pallacanestro, ben oltre la Nba, ben oltre lo sport.

Fonte: Espn

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: