Maturità 2016: si inizia domani, 22 giugno, con la prova scritta di Italiano

Esame_Maturità_2016

La stagione estiva è ormai alle porte, e mentre il caldo inizia già a farsi sentire, è arrivato il momento che milioni di italiani aspettano con impazienza, che permette di prendersi un breve periodo di meritato riposo dopo un anno di lavoro o studio, che si tratti di trascorrere la gran parte delle proprie giornate al mare oppure optare per un bel viaggio insieme alla famiglia.

Se la stagione estiva è alle porte, tuttavia, non per tutti è il momento di rilassarsi, essendo al contempo arrivato il momento che migliaia di studenti temono da sempre. Stiamo parlando ovviamente degli esami di maturità, che per l’edizione 2016 avranno inizio a partire da domani, mercoledì 22 giugno 2016 con la prima prova scritta, quella di italiano, e che occuperanno i pensieri di oltre mezzo milione di studenti italiani, tra presunte anticipazioni delle tracce e l’ansia che da sempre accompagna la notte prima degli esami. In totale saranno 503.452 gli studenti italiani che affronteranno la Maturità 2016, suddivisi in 24.991 con 12.554 commissioni (composte da insegnanti interni ed esterni) e, come consuetudine, il divieto di utilizzare smartphone, tablet e qualunque dispositivo elettronico durante le prove d’esame.

A partire da domani, 22 giugno, si apriranno gli Esami di Maturità 2016, con la prima prova scritta, quella di italiano a partire dalle 8:30 e per le sei ore successive. Come consuetudine gli studenti avranno la possibilità di optare per il tema su un argomento di attualità, oppure l’analisi di un testo letterario, il tema storico o più in generale un saggio breve o il tradizionale articolo di giornale.

Qualunque sia la scelta degli studenti, a poche ore dall’inizio degli esami non mancano come al solito le anticipazioni sui temi scelti dal Miur. In fatto di attualità non è da escludere che possano essere scelti argomenti importanti quali il terrorismo, le unioni civili, ma è importante sottolineare come si tratti esclusivamente di ipotesi, e in fin dei conti non è possibile conoscere in anticipo le tracce che verranno scelte. Il consiglio è quindi quello di prepararsi al meglio delle proprie possibilità.

La seconda prova, invece, cambierà a seconda dell’Istituto e potrà essere Matematica per i Licei Scientifici e Greco per il Liceo Classico. La seconda giornata di esami avrà inizio il 23 giugno dalle ore 8:30, e andrà avanti per le sei ore successive. Per la terza prova scritta, invece, si avrà più tempo. Il 27 giugno gli studenti saranno alle prese con il cosiddetto “quizzone” che, al contrario delle altre due prove, sarà interamente scelto dalla commissione d’esame (e non da Miur) e di conseguenza varierà per ogni istituto e classe. Potranno quindi essere comprese domande a risposta singola, multipla, risposta aperta e molto altro.

L’ultima prova, partirà invece dal 29 giugno, e sarà l’interrogazione orale davanti alla commissione, considerata anche la prova più complicata. Le domande, infatti, riguarderanno il tema centrale al centro della tesina presentata da ogni studente, che si ricollegherà a tutte le materie.

A questo punto non resta altro da fare che augurare un in bocca al lupo a tutti gli studenti che da domani saranno impegnati con gli esami.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: